Share with your friends










Inviare

Durante la terza tappa del circuito per mountain bike elettriche e-Enduro a Pogno (NO) abbiamo avuto l’occasione di conoscere più da vicino l’Husqvarna Ridewill Factory Team.

Il team è nato nel 2018 e utilizza le eMTB Husqvarna. È composto da tre piloti: Marco Milivinti, Marco Orsenigo e Filippo Proserpio.

Husqvarna è presente nel nostro paese grazie all’azienda PEXCO Gmbh Italia che dal 2017 sviluppa e distribuisce le ebike del marchio svedese.

Ecco un po’ di curiosità sulla squadra nate da una chiacchierata con Lorenzo Aliverti, team manager e titolare dello store Ridewill.it di Como, la base del team e dove tutto è nato.

foto del husqvarna factory team

L’Husqvarna Ridewill Factory Team, da sinistra Filippo Proserpio, Marco Milivinti e Marco Orsenigo.

Come nasce l’Husqvarna Ridewill Factory Team

Il team di enduro elettrico di Ridewill.it nasce nel 2018 con la voglia di sondare un terreno in forte sviluppo: quello delle gare di eMTB e il circuito nazionale e-Enduro 2019.

Inizialmente il team è composto da un solo pilota, Filippo Proserpio, già dipendente di Ridewill e rider poliedrico dalle grandi capacità, non solo atletiche ma anche a livello di competenze e sviluppo dei prodotti.

Per la prima parte della stagione il supporto è di Torpado, poi c’è la decisione di testare dei prodotti diversi come Thok, ovvero le eMTB italiane di Stefano Migliorini, Rocky Mountain e altri marchi per valutare effettivamente le loro prestazioni e la loro affidabilità in gara.

Tutte le ebike hanno dato ottimi risultati in termini di affidabilità ma la scelta cade su un nuovo marchio: finita la stagione 2018 c’è la proposta di collaborazione ad Husqvarna che diventa partner tecnico e fornisce le bici ai piloti, delle MC7 con componenti custom.

La squadra si allarga a tre componenti con l’arrivo di Marco Orsenigo e Marco Milivinti, due forti rider enduro e downhill con doti di guida eccezionali.

foto di una ebike husqvarna

Marco Orsenigo durante il setting della sua eMTB Husqvarna MC7 custom.

Il rapporto con il main sponsor è molto stretto con un continuo scambio di informazioni tra i piloti e il reparto tecnico Husqvarna-PEXCO. Questo dialogo costruttivo ha portato a modifiche e affinamenti sui modelli 2020 che vedremo presto sul mercato.

La stagione agonistica 2018 è stata quindi una sorta di prova, con test sui materiali, sulle bici e sui motori per capire che direzione prendere.

La prima parte della stagione 2019 con il team al completo ha visto degli ottimi piazzamenti con Marco Orsenigo nei primi 10 classificati, Milivinti nei primi 20 e Filippo nella top 30.

Lo scopo dell’Husqvarna Ridewill Factory Team è ovviamente quello di raggiungere con gli atleti le migliori posizioni in classifica in gara, ma anche quello di avere una forte presenza a livello d’immagine durante le competizioni e manifestazioni promozionali.

Oltre che a essere supportato da Husqvarna, il team gode dell’appoggio di RMS Ciclo eBike che fornisce il grande contributo di Cane Creek, le sospensioni americane: anche qui c’è un rapporto diretto con i tecnici che hanno già fatto una visita al team a inizio stagione per fornire consigli e tarature riguardo a forcelle e ammortizzatori.

foto della ebike husqvarna mc7 del team ridewill

L’Husqvarna MC7 montata custom con gli sponsor del team Ridewill.it.

Le “Husky” MC7 custom dell’Husqvarna Ridewill Factory Team

Le e-MTB sono quindi delle Husqvarna MC7 con 150 mm di escursione posteriore e motore Shimano STEPS E8000 con batteria da 630 Wh.

Grazie alla partnership con RMS sono montate con sospensioni Cane Creek Helm Air 29″ per la forcella ad aria (escursione di 160 mm e steli da 35 mm) e ammortizzatore Double Barrel CS coil a molla con regolazioni a quattro vie indipendenti.

La serie sterzo è sempre di Cane Creek, la Angleset, che permette ben sei diverse regolazioni dell’angolo di sterzo.

Gli altri componenti sono i Magura MT7 Pro a 4 pistoncini per i freni, Kenda Hellkat Pro 27.5″ x 2.40″ in versione GMC rinforzata per le gomme, la sella Prologo Proxim W650 Pas, la catena KMC, Cushcore per gli inserti di protezione del cerchio, Joystick per manopole e manubri, le ruote Spank Spike 350 Vibrocore Hybrid specifiche per bici elettriche e i paramani Mr. Wolf Recchie. La trasmissione è Shimano XT.

Noi abbiamo condotto il test della Husqvarna HC7, la sorella maggiore da 180 mm e ci siamo trovati molto bene, ma di sicuro la MC7 è più adattabile ai diversi tracciati del circuito e-Enduro.

foto di filippo proserpio

Filippo Proserpio durante le fangosissime prove della tappa dell’e-Enduro a Pogno (NO).

I piloti dell’Husqvarna Ridewill Factory Team

Filippo Proserpio nasce come freerider e si afferma a livello nazionale ed internazionale, con varie partecipazioni all’FMB World Tour, il circuito internazionale freestyle tra il 2013 e il 2017 e la partecipazione a diversi eventi di settore show e programmi televisivi.

Nella stagione 2018 partecipa al circuito nazionale e-Enduro chiudendo nella classifica finale 18°assoluto e 6° di categoria EM1. Ora è al 28° posto nella classifica attuale e-Enduro 2019.

foto di Marco Orsenigo in azione a Pogno nella terza tappa dell'e-Enduro

Marco Orsenigo in azione a Pogno nella terza tappa dell’e-Enduro.

Marco Orsenigo è stato tre volte campione italiano di bike trial e atleta della Nazionale Italiana Trial. Nell’enduro MTB ha vinto due volte la maglia di campione regionale lombardo elite master enduro (2017-2018) e in questa stagione sta correndo sia nell’e-Enduro sia nei maggiori circuiti italiani di enduro: Superenduro, 4Enduro, Enduro Cup Lombardia e il campionato italiano enduro a La Thuile (AO).

Al momento è 11° nel ranking e-Enduro. Curiosità: a volte in gara utilizza la ruota anteriore da 29″, trasformando la sua ebike come quelle del nostro articolo sulle e-MTB con ruote differenziate.

foto di Marco Milivinti nella seconda tappa dell'e-Enduro a Lacona, Isola d'Elba

Marco Milivinti in azione alla “Sam Hill Style”, con il piede fuori pronto a sostenere in caso di perdita di attrito.

Marco Milivinti è a mio avviso uno degli atleti più creativi e veloci del mondo gravity italiano. Dal 2007 corre per i più importanti team downhill con risultati di assoluto rilievo, come la vittoria ai Campionati Italiani Downhill nel 2011, il secondo posto nel 2012 e nel 2013 e le numerose partecipazioni alle tappe di coppa del mondo UCI.

Dal 2014 si avvicina con successo alla disciplina enduro vincendo il campionato Superenduro nel 2014 e nel 2016, e ottenendo numerosi successi in altri campionati minori, nonché ottimi posizionamenti alle tappe dell’Enduro World Series (EWS). Anche Milivinti è contemporaneamente impegnato nelle principali gare italiane e internazionali di enduro e attualmente è 9° nel ranking e-Enduro.

foto dello store Ridewill.it

Lo store Ridewill.it a Casnate (CO).

Il supporto dello store Ridewill.it

Ridewill.it, il quartier generale del team, è sia uno store online che un negozio fisico. La sede è a Casnate con Bernate, in provincia di Como, con ben 3.600 metri quadrati di magazzino su tre livelli, officina e showroom.

Lo store è dedicato alle bici, alle ebike e ai ricambi. Fondato nel 2013 da Lorenzo Aliverti, già esperto di e-commerce, Ridewill.it vende online offrendo anche il servizio pick&pay, quindi con ordine online e ritiro in negozio.

Grazie alle esperienze nelle competizioni e a personale composto da ex atleti o tecnici specializzati, Ridewill.it ritiene fondamentale far testare i prodotti ai clienti per far capire le differenze tra i vari motori delle ebike, attraverso delle uscite sia guidate che autonome.

Nello store, per farvi capire, sono disponibili più di 150 modelli di bici elettriche.

Ridewill.it è anche Centro assistenza Bosch, Shimano, Fazua, Brose, oltre che rivenditore Thok, Mondraker, Fantic, Focus, Haibike e Husqvarna.

foto di un atleta su bici ridewill scatto fisso

Filippo Fortin verso la vittoria alla Red Hook 2018 sul telaio per scatto fisso Ridewill.

L’inizio delle gare e lo scatto fisso

In realtà, la storia agonistica di Ridewill.it inizia nel 2016 con le bici a scatto fisso, molto in voga qualche anno fa. Prima del boom delle ebike, Ridewill.it si impegna nelle competizioni in stile Criterium, gare di circa un’ora su circuiti cittadini da affrontare “a tutta”.

Grazie a collaborazioni importanti tra cui il team Bahumer, i risultati arrivano anche a livello internazionale, come la vittoria in entrambe le Red Hook del 2018 a Milano e a Brooklin, USA.

Tramite i feedback degli atleti, in questi anni Ridewill riesce a sviluppare un telaio per scatto fisso, portato sul podio da Filippo Fortin e oggi disponibile all’acquisto a un prezzo molto accessibile.

Questo denota la capacità di trasferire gli input dei rider in soluzioni concrete, proprio come stanno facendo oggi i tre piloti dell’Husqvarna Ridewill Factory Team con i materiali che utilizzano.

Nel 2018 il circuito internazionale Red Hook dichiara una pausa e quindi, con la nascita del’e-Enduro e la presenza fin dall’inizio delle ebike nello store, Ridewill.it decide di lanciarsi in una nuova sfida: il mondo agonistico elettrico, che per molti può sembrare semplice ma in realtà si tratta di gare molto impegnative in cui piloti e materiali vengono messi a dura prova.

foto di Marco Milivinti dell'Husqvarna Ridewill Factory Team.

Marco Milivinti dell’Husqvarna Ridewill Factory Team.

Husqvarna Ridewill Factory Team: conclusioni

L’interessante chiacchierata con Lorenzo si conclude con una riflessione, da cui emerge che nell’enduro elettrico sembra non basti avere dei buoni piloti per ottenere dei risultati di rilievo. Gli aspetti sono diversi e abbiamo provato ad elencarne alcuni.

Eliminiamo il “doping elettrico”, che grazie ai controlli effettuati alle gare dovrebbe essere scongiurato, oltre al rispetto verso gli altri piloti e una coscienza nel non voler imbrogliare che ogni atleta dovrebbe avere.

L’esperienza personale sulle eMTB di sicuro conta, ma le differenze tra i vari motori sono effettivamente molto rilevanti, da cui sarebbe bello ma molto utopistico creare un trofeo monomarca con ebike uguali per tutti.

Oltre a questa “visione”, Lorenzo ha discusso di un aspetto a cui non avevo ancora pensato: una divisione in categorie di peso, simile ad esempio alla boxe,  con cui “livellare” di più i piloti e far competere separatamente categorie di rider leggeri (che sulle ebike, dato il rapporto peso-potenza, sono avvantaggiati) e rider più pesanti. Anche questa utopia? Chissà, diteci cosa ne pensate nei commenti.

Nel frattempo vi consigliamo la lettura dell’intervista a Franco Monchiero sull’EEIS, le gare di e-enduro internazionali, e se siete interessati alle bici elettriche Husqvarna consultate il nostro catalogo e listino prezzi ebike Husqvarna 2019.

foto di filippo proserpio di ridewill

Il briefing di Filippo Proserpio durante un test bike prima dell’uscita guidata assieme agli atleti del team Ridewill.

Gli altri progetti di Ridewill.it

Lorenzo Aliverti conclude confidandoci che, se il mondo delle competizioni di enduro elettrico dovesse diventare troppo complicato da gestire, lo staff di Ridewill.it ha come sogno nel cassetto una tipologia di evento che permetta a tutti di affrontare qualcosa di competitivo, divertente ma molto semplice.

I ragazzi infatti potrebbero ampliare il frangente in cui sono già attivi, ovvero i bike test, le uscite ebike guidate e le notturne infrasettimanali nel territorio comasco, per creare delle uscite “adventure” o “experience” strutturandole con tratti cronometrati in alcune parti del percorso, così da mettere un po’ di agonismo e bagarre tra amici ma restando su una filosofia di evento eMTB molto “easy” e finalizzato all’esperienza di girare insieme.

Appoggiamo l’idea e speriamo di potervi partecipare quanto prima, perché anche queste, come le gare vere, sono le cose che fanno avvicinare nuovi appassionati al mondo in forte sviluppo della mountain bike elettrica.

Non ci resta che augurare in bocca al lupo al team per tutti i progetti futuri.

Per maggiori informazioni sull’Husqvarna Ridewill Factory Team visitate il sito Ridewill.it.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Patito delle due ruote fin da bambino, bmx, motocross, le prime mtb. Dal 2007 sui campi di gara enduro e downhill in tutta Italia, dal 2013 è istruttore di mountain bike presso Gravity School. Con BiciLive fin dall'inizio, la bici è il suo pane quotidiano!