È sicuramente tra le nuove ebike più attese per questo 2020: è stata presentata in grande stile a EICMA 2019 ed è dedicata al “genio” del rivoluzionario e poliedrico Leonardo da Vinci (nel cinquecentesimo anniversario della sua scomparsa).

Stiamo parlando della mountain bike elettrica LDV500 di Vent, il prodotto che dovrebbe lanciare l’azienda con sede a Introbio (Lecco) nel mercato della pedalata assistita e della mobilità sostenibile.

Usiamo il condizionale non per poca fiducia nel marchio lombardo, ma per la criticità del momento che stiamo attraversando: la consegna ai rivenditori dei primi esemplari della eMTB full suspension era infatti attesa con l’arrivo della primavera 2020, ma è probabile che a causa dell’emergenza pandemia Coronavirus il suo lancio “ufficiale” sarà rimandato.

Nell’attesa di avere aggiornamenti in merito vi portiamo a conoscere un po’ più a fondo questa casa produttrice e il suo primo “gioiellino elettrico”…

Una mountain bike elettrica biammortizzata Vent LDV500 2020

Vent: dalla moto alle ebike il passo è breve

L’azienda Vent è nata nell’ottobre 2017 ma ha una lunga storia alle spalle. Tutto comincia nel 1983 con la nascita di Moto SpA, una realtà che riesce a imporsi sul mercato come distributrice dei modelli di moto da cross di Honda e successivamente come fornitrice di know-how per un altro famoso brand giapponese: Yamaha.

In qualche anno comincia a produrre moto proprie, mezzi – da 50 e 125 cc – che ancora oggi sono considerati un riferimento qualitativo per il mercato motocross e motard: i 12 allori mondiali vinti nel corso degli anni in gare di enduro e motocross sotto il brand HM MOTO ne sono una prova tangibile.

Quasi tre anni fa l’azienda cambia denominazione: diventa “Vent Srl” e prosegue la propria attività – con la professionalità, la passione e le motivazioni di sempre – nel nuovo e moderno stabilimento (da 6.000 mq suddivisi su 4 livelli) a Introbio, a poca distanza dalla cascata della Troggia che è stata citata da Leonardo da Vinci nel suo Codice Atlantico.

Il passo alle biciclette a pedalata assistita è stato breve: la LDV500 non è che il primo tassello per portare nel mondo delle ebike l’esperienza, le conoscenze e il patrimonio tecnico maturate da Vent in oltre 30 anni di storia nel mercato motociclistico.

A riguardo Quirino Tironi, ingegnere e Direttore Operativo di Vent, ha dichiarato: “Questo progetto rappresenta l’ampliamento dei nostri orizzonti verso nuovi settori delle due ruote avvalendoci del patrimonio tecnico e delle conoscenze acquisite in oltre tre decenni di esperienze sviluppate nel fuoristrada”.

Lo slogan della Vent LDV500 Revolution Starts Here

Vent LDV500: le caratteristiche tecniche della full suspended

A detta dei sui progettisti la LDV500 “è un richiamo alla genialità e allo stile italiano. Sfoggia un telaio accattivante che coniuga soluzioni tecniche innovative e originali a una accurata attenzione al design”.

Alcune soluzioni introdotte rappresentano una novità nel settore e-bike e grazie all’utilizzo di componenti all’avanguardia promettono di posizionare questo modello tra i top di gamma della categoria eMTB.

Telaio e ammortizzazione

Il telaio è in carbonio, con il sistema di ammortizzazione inserito all’interno del tubo orizzontale con una struttura a doppia culla che agisce direttamente sulla sospensione. L’inedito concetto, brevettato TST e mutuato dal mondo motociclistico, è la principale soluzione innovativa di questa mtb elettrica.

La particolare configurazione, che assicura rigidità strutturale e fornisce la giusta progressione della sospensione, dovrebbe consentire ai rider una guida divertente e precisa oltre che contraddistinta da elevati standard di comfort grazie a un efficace assorbimento delle asperità del terreno.

Senza contare il fatto che l’ammortizzatore sarà sempre a portata di mano e quindi facilmente regolabile in qualsiasi momento.

Per favorire ulteriormente la stabilità e la manovrabilità del mezzo i progettisti hanno poi cercato di posizionare i pesi il più in basso possibile nella zona centrale del telaio. Il carro posteriore è caratterizzato da una linea foderi con design trapezoidale, con fulcri ribassati.

Il sistema di sospensione della e-MTB full suspended Vent LDV500 2020

Motorizzazione e batteria

L’assistenza alla pedalata sulla LDV500 sarà fornita dal noto e apprezzato motore Brose Drive S Mag (da 250 W e coppia di 90 Nm).

La bici sarà equipaggiata con una batteria Brose da 630 Wh di ultima generazione, integrata nel telaio e facilmente sfilabile. Un sistema di bloccaggio (brevettato) le consente di restare saldamente montata anche nelle condizioni più estreme, l’involucro che la riveste (realizzato in alluminio anodizzato, robusto e antigraffio) la protegge dagli urti.

Un motore elettrico per eMTB Brose Drive S Mag

Il piccolo e potente motore elettrico per eMTB Brose Drive S Mag che sarà equipaggiato sulla Vent LDV500 2020.

FSA ICR System e Fork Stopper

Per rendere l’aspetto della e-MTB Vent LDV500 più “pulito” possibile esteticamente, l’azienda ha deciso di fare uso del sistema ICR (Integrated Cable Routing) di FSA: si tratta di un sistema di fili integrati che scorrono all’interno del manubrio, serie-sterzo e telaio.

Di derivazione motociclistica è anche l’uso del sistema di sicurezza Fork Stopper, che impedisce al manubrio torsioni accidentali.

L'ammortizzatore della mountain bike elettrica biammortizzata Vent LDV500 2020

Componentistica

Il resto dell’allestimento è di alto livello, a cominciare dalla trasmissione wireless SRAM XX1 AXS a 12 velocità. L’impianto frenante a disco è il Magura MT7 Pro con rotori da 203mm.

Sia la forcella e che ammortizzatore di questa biammortizzata sono FOX Factory Series, mentre il reggisella telescopico è il wireless MAGURA Vyron attivabile direttamente dal manubrio tramite remote control.

Nessuna informazione su pneumatici e ruote in dotazione: siamo curiosi di sapere se la LDV500 sarà una eMTB con ruote di dimensioni differenziate – con una 27.5″ sul posteriore e una 29″ sull’anteriore – o meno.

Il carro posteriore della mountain bike elettrica biammortizzata Vent LDV500 2020

Il prezzo al pubblico? È ancora presto per saperlo, ma vi terremo aggiornati.

Per maggiori informazioni su questa bici elettrica e su altri prodotti di casa Vent invitiamo i nostri lettori a visitare i due siti ufficiali dell’azienda: quello per le moto ventmoto.it e quello per le ebike ventbike.it.

Share on Pinterest

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Ciclista urbano per passione e necessità, Alessio lavora da sempre su computer e internet, oggi principalmente come consulente e formatore di SEO e web marketing. Si è unito al team di bicilive.it per poter scrivere di alcuni dei suoi argomenti preferiti - le biciclette e la tecnologia - e conoscere tanti esperti ciclisti con cui condividere consigli e buone abitudini, magari pedalando insieme.