La storia di Moustache Bikes è un mix di innovazione, tecnologia e tradizione. L’azienda francese porta infatti con sé il ricordo del “baffo”, un famoso manubrio d’epoca, ma strizza l’occhio verso il futuro, reinterpretando il tutto in chiave moderna.

Moustache significa infatti “baffo” e i mustacchi sono legati alla storia della bicicletta da molto tempo, in particolare per il manubrio. L’azienda aggiunge però a questo tradizionalismo le migliori tecnologie e innovazioni per offrire al proprio pubblico delle ebike d’avanguardia e di qualità. Lo fa puntando tutto esclusivamente sull’elettrico: il brand davvero purista in questo senso, che dedica anima e corpo a questa tipologia di biciclette.

La dimostrazione la si ritrova guardando il catalogo e-bike 2020 di Moustache che vanta 65 modelli (erano sette quelli iniziali, circa 9 anni fa), tutti sviluppati con passione e attenzione ai minimi dettagli.

Tutti creati per divertirsi in sella e per accontentare i ciclisti più grandi e quelli più piccoli, i rider meno e più esperti, ma perfino le coppie che desiderano un tandem per muoversi insieme e i bambini che muovono “i primi colpi di pedale”.

Showroom di Moustache Bikes con i modelli 2020 di bici elettriche

Ebike nate per lasciare l’auto in garage

L’azienda di Moustache Bikes si trova in Francia, in particolare nella regione dei Vosgi. Il luogo dei ricordi d’infanzia dei due fondatori Emmanuel Antonot e Greg Sand si è trasformato così nel punto in cui ha sede Moustache.

Partita come piccola impresa, creata da due folli fondatori (come si definiscono loro stessi), il brand francese è cresciuto negli anni grazie alla qualità e alle caratteristiche prestazionali delle proprie ebike. Attualmente sono 120 le persone che lavorano all’interno del marchio e che contribuiscono allo sviluppo e alla produzione delle biciclette, ma anche di tutti gli accessori proposti dal marchio.

In particolare i dipendenti sono tutti ragazzi e ragazze del luogo e mettono le proprie competenze e abilità a servizio dell’azienda. Questo favorisce un rapporto più “famigliare” all’interno di Moustache e motivo di vanto e soddisfazione per i due fondatori nati e cresciuti nella regione dei Vosgi.

Magazzino di Moustache Bikes dove  vengono montate e spedite le ebike

Il motto aziendale di Moustache è “per lasciare l’auto in garage”. È una frase dietro la quale si capisce quanto la convinzione che la bicicletta, nello specifico parliamo di quella elettrica, possa permettere di cambiare il nostro modo di muoversi.

La storia di Moustache Bikes è legata alla visione di Emmanuel Antonot. Da vero appassionato di biciclette, era alla ricerca di un prodotto che potesse incontrare le esigenze di tutta la popolazione. Pur avendo assistito da vicino allo sviluppo delle ebike nel nord Europa, viveva in Francia dove non riusciva però a trovare una bicicletta che lo soddisfacesse pienamente. È nata così l’idea di Moustache: creare una bicicletta per tutti per lasciare l’auto in garage.

Dopo l’incontro con Greg Sand, i due hanno capito di essere sulla stessa lunghezza d’onda e hanno avviato il progetto. Il disegno iniziale era quello di utilizzare le biciclette elettriche per aprire la strada a nuovi utenti e a nuovi orizzonti. Secondo i due fondatori le potenzialità delle ebike sono pressoché illimitate e potrebbero permettere di vedere più biciclette per le strade che percorriamo quotidianamente.

In Moustache Bikes vi è infatti la forte convinzione che le ebike siano un’opportunità per aumentare il numero di persone che utilizzano le due ruote, sia per momenti di svago e divertimento, sia come un vero e proprio mezzo di trasporto.

Per tale motivo l’azienda francese offre una gamma strutturata in 13 famiglie nate per soddisfare qualsiasi bisogno dei clienti. Città, polivalente, strada e mountain bike sono le diverse tipologie di ebike che Moustache ha sviluppato per il pubblico, proponendo anche due modelli tandem per pedalare in coppia e una linea dedicata a ragazzi e bambini.

Una delle e-bike 2020 da città  di Moustache Bikes

Dalla fondazione dei Moustache Bikes a oggi

Le prime biciclette elettriche prodotte da Moustache Bikes hanno catturato l’attenzione del pubblico grazie alla qualità e alle eccellenti prestazioni offerte.

Una delle chiavi del successo, secondo Antonot, è stata quella di affidarsi esclusivamente a Bosch per quanto concerne la parte elettrica. Così, partendo dalla prima gamma di ebike prodotta circa nove anni fa, Moustache ha iniziato ad ampliare il proprio catalogo, arrivando ad avere 65 modelli di bici elettriche nel 2020.

Alle ebike urban si sono aggiunte le eMTB. Sono state sviluppate poi le biciclette per il cicloturismo e quelle per un utilizzo urbano ma con linee e assetto più sportivo, tutte ovviamente dotate di pedalata assistita.

Dettaglio del motore Bosch montato sui modelli di bici elettriche Moustache gamma 2020

In pochi anni Moustache è riuscita a passare così da due dipendenti (i due co-fondatori) a circa cento, dato di cui Greg Sand è particolarmente orgoglioso. Secondo il francese infatti la qualità dei prodotti di Moustache è dovuta all’obbiettivo che accomuna coloro che lavorano insieme all’interno dell’azienda. Vale a dire la voglia di creare delle ebike d’eccellenza, sia che si tratti di design sia che si parli di sviluppo vero e proprio.

Partendo da una base di tradizione, che ritrova sia nel nome dell’azienda ispirato al manubrio a baffo, Moustache Bikes ha saputo adattarsi alle richieste del mercato e di evolversi continuamente negli anni. Costantemente alla ricerca di nuove tecnologie, oggi offre prodotti d’avanguardia che si propongono di soddisfare le esigenze dei propri clienti.

Il rapporto con il clienti è un altro aspetto su cui Moustache punta molto, garantendo loro una assistenza completa post vendita e ricevendo in cambio dei feedback che aiutano a capire dove e come migliorare. Alcune ebike sono infatti nate grazie ad alcuni commenti ed osservazioni da parte dei clienti del brand.

Produzione e assemblaggio sono garanzia di qualità

Moustache Bikes mira ogni giorno a progredire e ha sempre in mente numerosi e piccoli progetti per migliorare l’esperienza di guida delle biciclette a pedalata assistita. Il brand francese è un vero e proprio purista del mondo ebike e realizza infatti solo modelli elettrici.

Antonot sostiene che chiunque lavora all’interno dell’azienda “pensa, dorme, guida e si nutre solo di elettrico”. Questo è un vantaggio rispetto ad altri produttori in quanto Moustache è stata tra i primi brand ad investire in questo settore, imparando a conoscerlo minuziosamente.

Dipendente impegnato nel montare una ebike Moustache

Tutti i dipendenti all’interno di Moustache sono quindi impegnati ad offrire al cliente finale un prodotto di qualità, funzionale e performante. Nell’area produttiva vengono infatti realizzate ed assemblate con cura tutte le ebike che verranno poi lanciate sul mercato.

Una delle sezioni fondamentali dell’azienda è proprio l’area produttiva dove le idee del team di ingeneri di Moustache si trasformano in realtà. Tutte le ebike progettate e sviluppate davanti ad un pc vengono infatti assemblate utilizzando una componentistica principalmente europea e scelta accuratamente da personale esperto prima del montaggio.

La fase di assemblaggio avviene in un modo del tutto particolare, caratteristico di Moustache Bikes. La fabbricazione di ogni singola bicicletta viene infatti realizzata ad opera di un unico addetto che assicura una qualità ottimale.

Una volta completata la bicicletta in ogni sua parte, essa viene inviata nella zona dedicata al controllo qualità. Qui vengono infatti testate tutte le ebike che escono dalla fabbrica in modo tale da inviare ai rivenditori un prodotto finale nel quale Moustache garantisce l’assenza di difetti.

Magazzino Moustache Bikes con impilate le scatole delle e-bike pronte per la spedizione

Le biciclette elettriche di Moustache sono quindi realizzate prestando particolare attenzione durante l’intero processo produttivo, per consentire all’utente finale di poter godere di qualità e prestazioni elevate.

L’obbiettivo che avevano in mente Greg Sand e Emmanuel Antonot era appunto quello di creare dei mezzi versatili e funzionali che potessero permettere di lasciare le auto in garage. Ancora oggi le biciclette Moustache Bikes sono sviluppate e create seguendo questa visione, sempre con un occhio puntato verso il futuro.

L’innovazione e i nuovi sistemi d’avanguardia sono infatti degli elementi che vengono sempre tenuti in considerazione dal team di Moustache Bikes e che ritroviamo sulle più recenti ebike. Capace di incontrare ed ascoltare le esigenze dei propri clienti, il brand francese continua così su questa strada dove l’unione tra la bicicletta tradizionale e il mondo dell’elettrico porta a concepire dei nuovi prodotti con ottime caratteristiche qualitative.

Chi volesse approfondire la storia di Moustache Bikes, conoscere tutte le ebike presenti nel catalogo di Moustache Bikes oppure avere un quadro più completo delle tecnologie utilizzate dal marchio francese, può dare un’occhiata al sito ufficiale Moustache.

Share on Pinterest

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Un giovane comasco con il cuore diviso tra mountain bike, che pratica per diletto nel tempo libero, e la corsa su strada, che ama seguire in TV e dal vivo. La passione per la prima nasce per amore della natura, la seconda grazie ad un nonno tifoso sfegatato del Pirata.