Share with your friends










Inviare

Anche quest’anno EICMA, l’Esposizione Internazionale del Ciclo e Motociclo che si è tenuta nel quartiere Rho Fiera a Milano dal 7 al 12 novembre, si riconferma uno degli eventi più importanti e interessanti nel mondo delle due ruote a motori e a pedalata assistita.

In generale, i record registrati in questa 75esima edizione la rendono la migliore degli ultimi decenni sotto tutti i punti di vista: numero espositori presenti, superficie occupata, operatori e affluenza di pubblico.

BikeUp, rinnovato l’accordo con Eicma che aveva già fruttato esperienze e riscontri molto positivi nel 2016, era infatti presente con uno stand ricco di ebike di tutti i tipi.

Sappiamo inoltre che qualcosa bolle in pentola per la nuova edizione 2018 di BikeUp, la fiera internazionale della bici elettrica, ma ancora non ci è stato possibile ottenere notizie ufficiali.

foto dello stand ebike Bike up a eicma 2017

Allo stand Bike Up erano in esposizione diverse ebike della stagione 2018.

Le ebike e le eMTB a Eicma 2017

Massiccia anche quest’anno la presenza di ebike, con molti marchi italiani, internazionali e anche alcune start up che hanno presentato in anteprima le loro creazioni proprio alla kermesse milanese. Tutto ciò, unito al percorso esterno apposito con la possibilità di poter testare direttamente le varie ebike, ha tolto a nostro avviso parecchia attenzione dalle due ruote a motori, solitamente protagoniste di questa fiera.

Andiamo quindi a vedere quali sono le pedelec che ci hanno incuriosito…

Bottecchia BE 70 Thunder 29/27,5 Carbon

Bottecchia, storico brand veneto di biciclette, propone la versione front della sua BE 80 Quasar che abbiamo visto nel nostro Speciale sulle eMTB 2018 in Italia.
Telaio interamente in carbonio, forcella Rock Shox Reba 27,5/29 boost da 100 mm, motore Shimano Steps E8000 con batteria da 504 Wh integrata, trasmissione Shimano XT a 11 velocità.
Prezzo: 5.999 euro.

foto della Bottecchia BE 70 Carbon

La Bottecchia BE 70 Carbon pesa 19,5 kg ed è motorizzata Shimano Steps E8000.

FM Bike Bulldozer con motore Polini

Create da Michele Favaloro, le FM Bike sono prodotti artigianali fatti su misura. Abbiamo visto la mtb da xc marathon Storm a Cosmobike 2017, dal peso piuma di 8,4 kg.
La Bulldozer, a dispetto del nome, promette bene con i suoi 16,53 kg, telaio in alluminio con gomme plus e mozzi boost, forcella RockShox Recon, motore Polini E-P3 con batteria integrata da 400 o 500 Wh, cambio SRAM NX e freni Formula Cura.
Prezzo: n.d.

foto della fm bike con motore polini

La eMTB FM Bike Bulldozer, con motore Polini, pesa meno di 17 kg.

Bianchi E-Road Impulso con motore Polini

Un’altra ebike con motore Polini EP3, la Bianchi Impulso E-Road – già segnalata nel catalogo e listino prezzi ebike Bianchi 2018 – ha un telaio in alluminio con tripla idroformatura, trasmissione 2×11 con cambio posteriore Shimano Ultegra RD-R8000 GS, freni a disco Shimano BR-R8070 e ruote Fulcum Racing 700.
Prezzo: 4.790 euro.

foto della ebike da strada Bianchi impulso

La Bianchi Impulso E-Road, una tra le più cliccate e ammirate ebike da strada delle fiere 2017.

Ekletta Naked R

Con un telaio in alluminio idroformato, ruote da 20″x3″ e forcella doppia piastra a steli rovesciati da 180 mm di escursione, sicuramente la ebike Ekletta Naked R è una bici ideata per farsi notare. Il motore è un DAPU brushless da 48V e 250W, la batteria è nel portapacchi ed è una Panasonic da 550 Wh. Trasmissione a 8 rapporti Shimano Altus e freni idraulici a disco Tektro.
Prezzo 2.590 euro.

foto della ebike Ekletta Naked R

Dal look che non passa inosservato, l’Ekletta Naked R con forcella doppia piastra a steli rovesciati.

MBM Cicli Maui E128

Una linea dal sapore vintage per le bici urban a pedalata assistita di MBM Cicli, azienda italiana di Cesena (FC). Il motore è un Olieds, la batteria è da 418 Wh nel portapacchi, la trasmissione è Shimano a sette rapporti e i freni sono tradizionali a pattino.
Prezzo: 1.590 euro.

foto della ebike urban mbm maui

La Maui di MBM Cicli presenta un elegante cassetta in legno come portapacchi che funge anche da contenitore per la batteria.

Etropolis Full 711

Il brand italo-tedesco da 10 anni nel settore ebike propone tra i sette modelli a catalogo una ebike full 27,5″ in alluminio dotata di motore Bosch performance CX, batteria esterna da 500 Wh, trasmissione SRAM NX 1×11 e freni Shimano Deore.
Prezzo: 3.850 euro.

foto della ebike etropolis full 711 a eicma 2017

La Etropolis Full711 monta pneumatici Schwalbe Rapid Rob da 27×2,25″.

Pininfarina E-voluzione

Disegnata da Pininfarina in collaborazione con Diavelo, costruttrice di ebike del gruppo Accel, questa ebike E-voluzione di cui abbiamo già parlato in un articolo dedicato svela tutte le sue particolarità già dalla prima occhiata: telaio e forcella in carbonio, display integrato nel tubo superiore del telaio, manubrio con attacco integrato in carbonio, motore Brose e trasmissione con cambio nel mozzo Shimano Alfine.
Il prezzo dovrebbe aggirarsi sui 5.000 euro.

foto della ebike pininfarina e-voluzione

La Pininfarina E-voluzione ha una batteria Panasonic 500 Wh integrata nel telaio in carbonio.

Kawasaki KSX 8.0 full

La KSX 8.0 era una delle più fotografate nello stand Merida/Kawasaki. Telaio in alluminio idroformato, motore Shimano Steps E8000, cambio Shimano Deore XT, forcella Suntour ION da 150 mm, ammortizzatore posteriore RockShox Monarch RT e ruote plus con coperture Maxxis Rekon Plus 3C da 27,5×2,8″.
Nella gamma che Kawasaki proporrà nel 2018, la KSX sarà affiancata da una versione con componenti di gamma superiore e da altri due modelli con sistema Bosch Performance CX.
Prezzo interessante: 4.390 euro.

foto della kawasaki ksx 8.0

Anche Kawasaki entra nel mondo ebike. Qui la KSX 8.0 con motore Shimano E8000.

Kawasaki Trekking Man

Nella gamma del brand anche una ebike urban/trekking chiamata Trekking Man con motore posteriore Bafang, cambio Shimano Tourney 7v, freni V-brake tradizionali con sensore cutoff, luci, parafanghi e cavalletto.
Anche qui un prezzo competitivo: 1.490 euro.

foto della Kawasaki Trekking Man

La Kawasaki Trekking Man ha una batteria Panasonic integrata. Il peso è di 24 kg.

Bergamont E-Revox 6.0

Allo stand Scott-Bergamont ecco la E-Revox 6.0, una bella ebike front in alluminio con ruote plus e motore Bosch Performance Line CX. La batteria da 500 Wh è integrata. La forcella è una RockShox Judy Silver da 120 mm, trasmissione Shimano Deore 1×9 e le coperture sono le Maxxis Rekon Plus 3C 27,5×2,8″.
Prezzo: 2.999 euro.

foto della  Bergamont E_Revox 6.0

La Bergamont E_Revox 6.0, una front da trail con passaggio cavi integrato. Peso: 21,9 kg.

Scott E-Spark 700 Tuned

La Scott E-Spark 700 Tuned è una ebike biammortizzata con sistema di bloccaggio simultaneo delle sospensioni Twinloc. Il telaio in alluminio ha un motore Shimano Steps E-8000, batteria integrata da 500 Wh, trasmissione Shimano XT Di2. La forcella è una FOX 34 Float Factory Kashima FIT4 e l’ammortizzatore è il FOX Nude EVOL Trunnion. Anche per E-Spark le coperture sono le Maxxis Rekon Plus 3C 27,5×2,8“.
Prezzo: 7.499 euro.

foto della Scott E-Genius 700 Tuned ebike biammortizzata

La Scott E-Spark 700 Tuned è il top di gamma della linea. Peso: 22,10 kg.

M1 Sport Technik Zell CC

La Zell è una front in carbonio con coperture plus o normali del brand tedesco M1 Sport Technik. Il motore è un Brose da 250W o 500W con batteria BMZ da 497 Wh. La forcella è una FOX 34 Float da 130 mm, la trasmissione è Shimano XT e i freni sono i Magura MT5 e MT4.
Prezzi: da 4.700 euro fino a 5.300 euro.

foto della M1 Sport Technik Zell cc ebike front in carbonio

La Zell CC di M1 Sport Technik è disponibile anche nella veriosne urban Zell GT con parafanghi e portapacchi.

Bad Bike Bat

L’azienda partenopea, che già abbiamo conosciuto sulle pagine di ebike.bicilive.it per il test della fat bike da città EVO e anche altri prodotti, presenta la BAT, una “crossover” creata specificatamente per le taglie piccole e i ragazzi. Le ruote sono fat da 20 pollici e 4″ di sezione. Il motore è un 8 FUN SWX02 da 250W e 36V con batteria al Litio. L’autonomia è di 20/25 km. La trasmissione è a 7 velocità Shimano Altus e i freni sono Tektro a disco meccanico anteriore e posteriore, dotati di leva con campanello integrato.
Prezzi: 980 euro/1.195 euro.

foto della ebike bad bike Bat

La Bad Bike BAT con le sue ruote da 20″ è pensata per le taglie piccole.

OEMI ebike

OEMI è l’acronimo di Officine Elettro Meccaniche Italiane e a Eicma 2017 ha presentato il suo nuovo concept di e-bike totalmente made in Italy, anche se ancora in fase prototipale. La commercializzazione è prevista per la primavera. Il motore è proprietario OEMI ed è verticale con trasmissione a bagno d’olio. Il movimento centrale è disaccoppiato dal motore per eliminare il trascinamento degli ingranaggi. Coppia di 90 Nm, freni a disco, interfaccia Bluetooth, batteria aggiuntiva, sono solo alcuni dei dettagli di questa interessante ebike che sarà totalmente personalizzabile.
Il prezzo si attesterà sotto i 5000 euro.

foto della ebike oemi made in italy

OEMI con il suo prototipo di ebike. Il motore è proprietario e costruito in Italia.

Mechane Ermes

Nella zona “Start Up e Innovation”, uno spazio dedicato alle piccole realtà innovative e ai loro servizi, abbiamo conosciuto i ragazzi di Mechane Ecological Movement che hanno creato questa particolare ebike biammortizzata urban con gomme da 2.8″, motore italiano OliEds, batteria integrata e telaio in alluminio dotato di vano con serratura, utile per riporvi oggetti come una giacca, un piccolo zaino, un kit di attrezzi o un lucchetto.

Una porta USB permette di ricaricare lo smartphone. Il computer di bordo è integrato nel coperchio del vano e fornisce oltre a velocità, km percorsi, autonomia della batteria e livello di assistenza anche un report delle calorie bruciate e informazioni sulla funzione delle luci integrate automatiche (tramite sensore crepuscolare o manuali da controller a manubrio).

foto della ebike mechane

La ebike made in Italy Mechane, nata da una start up veneziana, è dotata di presa USB per ricaricare lo smartphone.

La forcella della Ermes è una DMN a steli rovesciati da 200 mm di escursione, così come l’ammortizzatore è DNM Burner, mentre le parti laterali che ricoprono il telaio sono realizzate in legno lamellare e sono personalizzabili. Il prezzo finale è ancora da confermare.

Montante Zenit

Le ebike Montante le abbiamo conosciute lo scorso anno, inserendone una nel nostro Speciale Eicma 2016. La casa di Serradifalco in Sicilia propone per il 2018 una e-mtb con motore Shimano E8000, batteria da 500 Wh, forcella RockShox Pike RT3 da 150 mm, trasmissione e freni Shimano XT. Seguendo il trend in voga sulle front elettriche, anche qui ruote plus con coperture Maxxis Rekon Plus 3C 27,5×2,8” ma la Zenit su può montare anche con ruote da 29“.
Prezzo: 6000 euro.

foto della montante zenit ebike

La ebike Montante Zenit che andrà in produzione sarà disponibile anche in altre colorazioni.

Askoll eBsport

Il marchio vicentino va ad arricchire la sua gamma di pedelec con due bici a pedalata assistita, una pieghevole e una dedicata ai ragazzi dai 9 a 12 anni. Ancora in versione prototipale invece, la Askoll eBsport è la prima bici a pedalata assistita con motore Askoll sviluppato in Italia, dalla coppia massima di 90 Nm e trasmissione completamente in materiale metallico (e non plastico come altri motori) che gestirà in autonomia il cambio interno al mozzo, con la possibilità di usare il cambio anche in modalità manuale.

foto della La Askoll Urban Sport, un prototipo ancora in fase di ultimazione, con batteria centrale e motore italiano.

La Askoll Urban Sport, un prototipo ancora in fase di ultimazione, con batteria centrale, cambio nel mozzo e motore italiano.

L’unità è già pronta per le fast pedelec (fino ai 45 km/h), anche se per la commercializzazione in Italia verrà limitata a 25 km/h. Il motore Askoll inoltre sarà disponibile anche per altri costruttori. La eBsport potrebbe arrivare sul mercato nel secondo semestre del 2018 e pertanto il prezzo non è ancora disponibile.

foto del motore per ebike Askoll a eicma 2017

Il motore per ebike di Askoll: l’azienda vicentina è leader nella produzione di motori elettrici ad alta efficienza energetica per elettrodomestici, acquari e laghetti.

Torrot Dakota Urban

Il marchio spagnolo ha presentato a Eicma 2017 le sue novità, tra cui la Torrot Dakota e la Dakota Urban. Sono due modelli da 29″ che condividono lo stesso telaio ma hanno un montaggio diversificato, uno rivolto più al ciclismo urbano e uno alle escursioni fuori strada. Il motore è marchiato Torrot ed è un brushless da 250W. La forcella è rigida in carbonio, la trasmissione è 1×9 Shimano Alivio e le gomme sono Schwalbe G.One Speed. Le bici Torrot non sono ancora distribuite in Italia, se avremo novità aggiorneremo l’articolo.

foto della ebike torrot dakota a eicma 2017

La spagnola Torrot Dakota, una ebike urban con motore proprietario e batteria Samsung da 500 Wh.

KTM Macina Kapoho 271

Una delle bici top nel catalogo KTM 2018. La Macina Kapoho 271 è dotata di un motore Bosch Performance Line CX con display Intuvia, batteria Bosch Power Tube da 500 Wh, trasmissione SRAM EX1 a 8 velocità specifica per ebike, sospensioni FOX 36 Float da 160 mm e FOX Float DPX2 ad aria e freni a disco idraulici a 4 pistoncini Shimano Zee. A favore del grip e della guidabilità la soluzione Dimension Mix con ruota anteriore da 29×2,35″ e posteriore da 27,5×2,8″ Plus.
Prezzo: 5.699 euro.

foto della KTM macina kapoho ebike

La KTM Macina Kapoho 271 vanta una ruota anteriore da 29×2,35″ e una posteriore da 27,5×2,8″ Plus. (foto: Alex Boyce)

Monopattino elettrico NITO N1E

Visitando Eicma 2017 è evidente la quantità sempre maggiore di monopattini elettrici. Molte aziende propongono le proprie versioni, come BMW con il suo lussuoso X2City realizzato in collaborazione con la ZEG, azienda che controlla marchi di e-bike come Kettler, Bulls e produce la ebike Zemo powered by Vodafone.

foto del Il monopattino elettrico NITO N1E a eicma 2017

Il monopattino elettrico NITO N1E ha un acceleratore al manubrio, è maneggevole e semplice da usare.

NITO (Nuova Industria Torinese) invece è un marchio che propone veicoli a due ruote “green” come scooter elettrici, monopattini tradizionali e in futuro anche una ebike pieghevole. Lo stile è originale ed elegante e i contenuti tecnici sono all’avanguardia. L’N1E, evoluzione del modello a spinta N1, è dotato di di una batteria al Litio che garantisce un’autonomia di 20 km e si ricarica in circa 4 ore.

foto del Il motore nel mozzo posteriore del monopattino elettrico NITO e il display con le 4 assistenze

Il display per selezionare le varie assistenze e il motore nel mozzo posteriore del monopattino elettrico NITO.

Il peso è di 13 kg, la velocità massima 25 km/h. N1E monta pneumatici con camera d’aria da 12″ e freni a disco meccanici. Sarà in vendita da dicembre, in quattro diverse personalizzazioni della tavola in compensato marino curvato, a 720 euro.

Degne di menzione anche le ebike della casa lombarda Fantic, come la XF1 Integra Race 2018 di cui abbiamo parlato approfonditamente in questo articolo.

A proposito dell'autore

Patito delle due ruote fin da bambino, bmx, motocross, le prime mtb. Dal 2007 sui campi di gara enduro e downhill in tutta Italia, dal 2013 è istruttore di mountain bike presso www.gravity-school.com. Con BiciLive fin dall'inizio, la bici è il suo pane quotidiano!