Check&Go è un’iniziativa di BiciLive.it in collaborazione con Bosch eBike Systems Italia volta ad aumentare la consapevolezza dell’utente del noleggio e a sensibilizzarlo verso le tematiche della sicurezza e delle buone regole di comportamento da tenere in bici elettrica durante un’uscita.

Che cosa è il progetto Check&Go ePowered by Bosch?

Si tratta di una serie di consigli che spaziano dall’equipaggiamento del ciclista alle regolazioni da effettuare sull’e-bike, così da fare un rapido controllo (Check) e partire più sereni (Go).

Questi consigli sono  racchiusi in un “kit” che abbiamo realizzato composto da poster e cartellini “appendibici” con spiegati i vari “mantra” del buon ciclista e i comportamenti da adottare. I kit sono a disposizione di chi si recherà per noleggiare la propria e-bike nei 300 noleggi selezionati sul territorio italiano.

Nei kit è presente anche la nostra Guida ai Noleggi eBike, l’opuscolo cartaceo che abbiamo prodotto in occasione dell’uscita della quarta edizione del Catalogo delle Bici Elettriche 2021.

All’interno della Guida ai Noleggi eBike abbiamo incluso anche degli utili adesivi che vi aiuteranno a ricordare i nostri consigli anche dopo la pedalata, con grafiche e messaggi simpatici da condividere o regalare agli amici, ai vostri figli o a chi vi sta a cuore.

Vi ricordiamo inoltre di scaricare la nostra app delle bici elettriche: è gratis e trovate tutti i modelli di ebike 2021, tutti i prezzi e la possibilità di comparare batterie, motori e molto altro.

Gli adesivi forniti da Bosch per l'operazione di sensibilizzazione "Check and Go" 2021

Ecco gli adesivi realizzati per il “Check and Go” 2021 ePowered by Bosch che trovate nel kit disponibile nei 300 noleggi selezionati.

Il kit Check&Go epowered by Bosch: obiettivo

L’obiettivo del Check&Go è quello di permettere una pedalata in ebike sicura, rispettosa e divertente.

L’idea è quella di fornire dei consigli per tutti, dal biker principiante a quello già esperto, con una panoramica sui vari aspetti da considerare.

Qui trovate alcuni “tips” mentre più in basso troverete un approfondimento con i dieci consigli per noleggiare l’ebike, molto più dettagliati.

  • Parti con le batterie della bici e del telefono cariche, ma ricordati che anche il nostro corpo ha bisogno di energia: serve acqua a sufficienza per la durata del giro e uno spuntino come una barretta proteica o della frutta secca.
  • Le calzature devono essere adatte per un’attività all’aperto, meglio se impermeabili e con suola antiscivolo.
  • Porta una giacca leggera packable, antipioggia e antivento. Soprattutto in montagna dove il tempo cambia rapidamente è fondamentale potersi coprire in caso di freddo o pioggia.
  • Gli occhiali in bici sono un importante accessorio perché proteggono gli occhi dal sole, dalla polvere, dai rami e dagli insetti.
  • Per qualsiasi tipo di giro, indossa sempre il casco da bici. Verifica che sia della tua taglia e assicurati che sia ben allacciato, con le fibbiette a “Y” posizionate correttamente sotto le orecchie.
  • La taglia dell’eBike deve essere adatta alla tua statura e con la sella regolata in base alla tua altezza. Il tempo che dedicherai a queste operazioni si tradurrà in una escursione piacevole e comoda.
  • Sul sentiero bisogna agevolare gli altri escursionisti e moderare la velocità, i pedoni hanno la precedenza. È bene darla anche ai cavalli e, in montagna, a chi procede in salita.
  • Verifica che luce anteriore e posteriore siano funzionanti e di avere il campanello per farti sentire: se sei su strada sono elementi obbligatori, lungo le ciclabili e sui sentieri sono comunque necessari.
  • Non lasciare tracce, rimani sul percorso segnato, rispetta la natura, riporta con te i rifiuti o utilizza gli appositi cestini se presenti.
  • Modera la velocità, andando piano puoi goderti ciò che ti circonda e avere il controllo della bici evitando brusche frenate d’emergenza. In discesa cerca di non bloccare mai la ruota posteriore: eviterai di segnare il sentiero.

Ricorda che per qualsiasi dubbio il noleggiatore è a tua disposizione!

Il kit offerto da Bosch per l'operazione "Check and Go" 2021

Il Check&Go è strutturato in tre parti: adesivi, appendi-bici e poster con i “mantra” del biker consapevole e rispettoso.

10 consigli prima di prendere una ebike a noleggio

Noleggiare una bici elettrica per molte persone è un modo nuovo e sportivo di trascorrere le proprie vacanze e permette di fare esperienze nuove e magari impensabili fino a qualche anno fa.

Le biciclette elettriche possono rappresentare una novità per chi lavora da sempre nel mondo delle bici tradizionali, così come per chi ha sempre pedalato su bici normali. Per questa ragione abbiamo deciso scrivere i nostri dieci consigli da seguire passo passo per vivere una bella giornata in sella a una e-mountain bike oppure una eTrekking per uno o più giorni, sia in montagna sia in una grande città.

1) Trovate un noleggiatore affidabile

I noleggiatori di eBike più affidabili sono dotati di biciclette elettriche nuove e ben mantenute, solitamente posizionate una di fianco all’altra in bella mostra. Un noleggiatore affidabile lo si distingue dall’ordine e dalla pulizia, non solo delle biciclette ma anche del negozio e dell’officina.

Se la prima impressione che avete entrando all’interno del negozio è di disordine oppure di poca professionalità, considerate (se possibile) di cambiare punto di noleggio. Le eBike richiedono esperienza e serietà nel settore, soprattutto se vengono affidate a persone che le utilizzano magari per la prima volta.

Per questo vi ricordiamo che spesso è possibile controllare online se sono presenti recensioni sull’attività di noleggio prima di recarsi in negozio, in modo da non rischiare spiacevoli esperienze.

2) Utilizzo dell’ebike e assicurazione

Dopo aver trovato il negozio che fa al caso vostro, prima di darvi l’eBike il noleggiatore è tenuto a spiegarvi come si utilizza: funzionalità del motore tramite il display, l’assistenza, capacità della batteria, i freni, il cambio, come alzare o abbassare la sella e così via.

Non abbiate paura di fargli domande per togliere ogni dubbio, specialmente se è la prima volta che utilizzate un’ebike. Ogni modello ha caratteristiche e particolarità differenti: per questo fidatevi dei consigli del noleggiatore che dovrebbe avere una buona esperienza sui modelli che propone nel suo negozio.

Valutate poi la possibilità di sottoscrivere con il noleggiatore un’assicurazione (disponibile solitamente i tutti i punti noleggio di eBike) per eventuali rotture o danneggiamenti e fatevi dare un contatto telefonico da contattare per qualsiasi evenienza.

3) La regolazione dell’ebike

Una volta compreso il funzionamento dell’ebike, occorre regolarla per adattarla al vostro corpo. La propria altezza serve in modo indicativo per conoscere la taglia della bici mentre l’altezza del cavallo vi aiuterà per la regolazione della sella e garantirvi un maggior comfort di guida. Anche il vostro peso incide sulle regolazioni come ad esempio sulla pressione degli pneumatici e sulle sospensioni.

L’operazione va fatta utilizzando la pompa a terra e l’apposita pompa per le sospensioni (questa operazione si chiama in gergo tecnico “fare il Sag”) e serve per sfruttare al meglio le capacità del mezzo. Regolando tutte le misure della bicicletta in modo ottimale avrete un mezzo “cucito su misura”, più comodo e sicuro.

Ricordatevi anche che più siete pesanti più consumerete velocemente la carica della batteria, così come se usate sempre il “turbo” o assistenze alte.

4) Il primo approccio con l’ebike

Specialmente se per voi è la prima volta in sella a una eBike, il nostro consiglio è di provarla per qualche minuto prima di partire per l’escursione vera e propria, in modo da prendere confidenza col mezzo. In questo modo comprenderete meglio la gestione dell’assistenza del motore, l’uso del cambio, la sensibilità dei freni e capirete se siete comodi in sella.

Se ci sarà qualsiasi cosa che non vi convince potrete dirlo al noleggiatore, il quale deve fornirvi una bicicletta perfettamente funzionante e soprattutto il più possibile adatta alle vostre esigenze.

5) Il caschetto

La scelta dell’equipaggiamento è importante quanto la scelta e il settaggio della bicicletta. Anche l’attrezzatura da portare con voi (come ad esempio il caschetto, che vi consigliamo di utilizzare sempre) deve essere controllata prima di partire.

Partendo dal casco, il noleggiatore saprà sicuramente consigliarvi il più adatto all’esperienza che andrete a fare e vi aiuterà anche nella corretta regolazione. Se settato correttamente e di buona qualità, un caschetto da bicicletta non vi darà mai fastidio e dopo pochi minuti vi dimenticherete di averlo addosso, anche se non siete abituati a utilizzarlo.

Ricordiamo che nel caso del caschetto, proprio perché è una cosa personale (e anche per questioni igieniche e di comodità) sarebbe preferibile avere il proprio. Il caschetto non è obbligatorio per legge ma il nostro consiglio è di indossarlo durante tutta la durata dell’escursione.

Illustrazione di un noleggio ebike realizzata da moma Studio per BiciLive 2021

6) Che cosa portare con sé

Alcuni noleggiatori forniscono un kit per la riparazione delle forature, solitamente contenuto in una borsa sottosella, ma a seconda del giro che andrete ad affrontare questo potrebbe non bastarvi.

Il nostro consiglio è di mettere in uno zainetto oppure in una borsa da bikepacking da posizionare sul telaio le seguenti cose: telefono, acqua a sufficienza, barrette energetiche o simili, multi tool, kit di riparazione forature, pompetta per gonfiare la camera d’aria, camera d’aria di scorta della misura corretta, antivento o anti pioggia impermeabile, crema solare e occhiali da sole. Potrebbero sembrarvi molti oggetti ma ogni mountain biker è abituato a portare sempre con sé questa attrezzatura, specialmente in caso di escursioni in montagna.

7) Scelta dell’abbigliamento

L’abbigliamento con cui affrontare la vostra uscita in eBike deve essere il più possibile coerente rispetto alla zona in cui vi trovate. I vestiti che indosserete infatti saranno diversi a seconda che voi siate ad esempio in città o al mare o in montagna.

Va ricordato che il corpo reagisce allo sforzo fisico generando una sensazione di calore che porta a sentire caldo durante la pedalata, quindi non vestitevi troppo. C’è anche da dire che, rispetto a una pedalata con una bicicletta normale, in eBike la marcia è più veloce e quindi avere un antivento sarà sicuramente utile da portare e indossare al momento opportuno.

Dal caldo al freddo: specialmente durante i mesi estivi e in montagna, le condizioni metereologiche sono spesso imprevedibili e in caso di improvvise precipitazioni o temporali la temperatura può abbassarsi in fretta. Anche per questa ragione è sempre bene avere una giacca impermeabile.

Il nostro consiglio è di dotarsi di abbigliamento il più tecnico possibile come ad esempio pantaloni comodi (o ancora meglio con il fondello apposito) e magliette elastiche e traspiranti. Infine, è utile vestirsi a strati in modo da scoprirsi per sudare meno e coprirsi all’occorrenza in discesa o se le temperature calano.

8) Che itinerario seguire?

Uno dei vantaggi principali di noleggiare una eBike per un’attività sportiva è quello di avere a disposizione una persona (il negoziante o noleggiatore) che vi potrà consigliare al meglio l’itinerario da seguire: parlare con persone del posto solitamente è un grande vantaggio perché potranno indicarvi dove andare, mangiare o anche fermarvi a godere di un bel panorama.

Altri tre modi di trovare un itinerario da seguire sono rappresentati da indicazioni sui cartelli, usare un navigatore sul proprio smartphone oppure affidarsi a una guida turistica.

A meno che il giro non sia breve e ottimamente segnalato, fate attenzione ad affidarvi solamente ai cartelli perché generalmente forniscono poche informazioni sul percorso da seguire. Il navigatore può rappresentare una buona opzione ma fate attenzione alla qualità del segnale che spesso in montagna non è dei migliori e può risultare difficoltoso far funzionare le app come Komoot o Viewranger.

Anche se non è la soluzione più economica, affidarsi ad una guida locale è certamente la migliore opzione per diverse ragioni tra cui: godersi al massimo la pedalata senza preoccuparsi di controllare il percorso, avere sempre a disposizione una persona che ci aiuterà in caso di difficoltà o guasti e conoscendo il posto ci saprà anche suggerire luoghi o scorci tipici da vedere che sicuramente vi sareste persi.

È molto importante che ognuno dei partecipanti all’escursione abbia un’idea di massima sia della durata dell’itinerario che della lunghezza e del dislivello complessivo, in modo da sapersi gestire le energie e la batteria di conseguenza.

9) Fate attenzione ai limiti della batteria e i vostri!

Ricordiamo che la batteria di una eBike non è infinita e utilizzare il motore nel modo sbagliato potrebbe farla esaurire più in fretta del previsto, costringendoci a terminare il tour senza la comodità della pedalata assistita.

Se non avete mai utilizzato una eBike è facile farsi prendere “dall’euforia elettrica” e utilizzare solamente la modalità TURBO, magari con un rapporto duro, troppo lungo e quindi sbagliato, contribuendo a esaurire rapidamente la batteria.

Tenete sempre d’occhio il display dove viene indicata la quantità residua e la modalità di erogazione della carica, in modo da accorgersi in tempo se si sta usando la carica in modo errato. Vi diamo un piccolo consiglio se l’escursione è lunga: portate con voi il caricatore della propria batteria (attenzione: ogni modello di eBike ha in genere un caricatore dedicato e diverso dagli altri modelli) e in caso di pausa pranzo presso un rifugio o un ristorante potrete approfittare per mettere in carica la vostra bicicletta.

I limiti non sono relativi solo alla carica della batteria ma anche alla propria condizione fisica. Specialmente se siete alle prime armi è importante sapere che una eBike non è un motorino e richiede attenzione durante l’utilizzo, specialmente nel corretto uso dei rapporti delle assistenze e dei freni.

Partire con una buona condizione psicofisica è importante per non mettere in pericolo voi e i membri del vostro gruppo. Per questa ragione alla partenza vi consigliamo di fare più domande possibili al noleggiatore esponendo ogni dubbio, soprattutto se è la prima volta che utilizzate un’eBike.

Generalmente all’inizio vi sembrerà molto facile utilizzare una bicicletta elettrica, ma fate sempre attenzione e tenete gli occhi bene aperti specialmente quando sarete lontani dai centri abitati, magari in discesa e stanchi: chi va in bicicletta spesso lo sa bene, basta una piccola distrazione per rovinare un bel giro.

10) Si parte: divertitevi!

Allacciate bene il caschetto, sistemate il vostro equipaggiamento nelle borse o nello zainetto, accendete il motore e… siete pronti a partire per la vostra escursione in eBike! Ricordatevi sempre di rispettare il Codice della Strada, dando la precedenza ai pedoni e ai cavalli e rispettando sempre gli altri escursionisti che incontrerete sul percorso.

Usate il campanello in presenza di altre persone e adeguate sempre la velocità. Non lasciate tracce come rifiuti e segni sul terreno (ad esempio brusche frenate) evitando in generale schiamazzi e rumori in modo da rispettare la flora e la fauna del luogo, oltre ai suoi abitanti.

Fate attenzione a non lasciare mai incustodita la vostra eBike a meno che non sia dotata di un buon lucchetto. Se non lo avete, non perdetela mai di vista o come maggiore precauzione rimuovete la batteria, in modo che sia impossibile far funzionare il motore.

Tutti questi suggerimenti e raccomandazioni sono abbastanza semplici e come vedete entrano nella sfera del rispetto del prossimo e del senso civico in strada. Pensiamo veramente che la bici elettrica sia una bellissima opportunità per esplorare il territorio con occhi nuovi e da una prospettiva diversa dal solito. Quindi godetevi il percorso e soprattutto… divertitevi in sella alla vostra eBike!

Illustrazione di un riparatore di bici elettriche realizzata da moma Studio per BiciLive 2021

Borraccia, campanello, caschetto… impara i nostri “mantra” e diventa anche tu un biker consapevole e rispettoso, per divertirsi di più e godersi appieno l’ebike.

Il partner: Bosch eBike Systems Italia

La partnership con Bosch eBike Systems Italia è nata perché l’attenzione alla sicurezza è sempre stata al centro delle attività del Gruppo Bosch, fornitore leader globale di tecnologie e servizi. Da oltre dieci anni ai vertici del settore della mobilità elettrica, Bosch eBike Systems costituisce un parametro di riferimento per l’eBiking.

L’esperienza del Gruppo Bosch nei motori elettrici, nei sensori, nei display e nelle batterie agli ioni di litio garantisce agli appassionati dell’eBike tutto il divertimento che desiderano, all’insegna della “Tecnologia per la vita”.

Check&Go epowered by Bosch e IMBA

Check&Go non è solo un progetto incentrato sulla sicurezza del ciclista, ma vuole essere anche un riferimento per la sostenibilità e il rispetto dell’ambiente in cui si pedala. Ecco perché nel darvi consigli facciamo riferimento alle dieci regole del mountain biking sostenibile promosse da IMBA (International Mountain Bicycling Association).

IMBA è un’associazione internazionale no-profit nata nel 1988 che promuove l’equilibrio tra l’espansione dello sport e l’ambiente, rendendo così il mountain biking una pratica rispettosa della natura e degli altri fruitori dei sentieri.

Per maggiori informazioni visita il sito www.imba.it

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Sono cresciuto sulle due ruote: BMX, motocross, le prime MTB negli anni 80. Dal 2007 ho gareggiato per 10 anni nel downhill e nell'enduro in tutta Italia. Dal 2013 al 2019 ho lavorato con la scuola MTB Gravity School anche a Whistler, in Canada. Sono istruttore Federale FCI e Guida Nazionale MTB. Ho visto nascere BiciLive.it nel 2013 e ora mi occupo di MTB, ebike ed eMTB. La bici è il mio pane quotidiano!