Share with your friends










Inviare

In occasione del Bike Festival a Riva del Garda abbiamo avuto l’opportunità di testare la mtb elettrica KTM Macina Kapoho 2971, direttamente dal catalogo 2019 delle bici elettriche KTM.

Si tratta di una ebike da 160 mm di escursione con motore Bosch CX abbinato al nuovo display Kiox e geometrie pensate per divertirsi tanto in salita quanto in discesa.

Più che un test possiamo definirlo un assaggio o minitest: le condizioni meteo avverse e il tempo limitato ci hanno consentito di svolgere solamente un breve (ma soddisfacente) test sulla bici della casa austriaca.

bicicletta elettrica Ktm Kapoho 2971 2019

La eMTB KTM Macina Kapoho 2971 ha un prezzo di listino di 5.999 euro.

Caratteristiche tecniche KTM Kapoho 2971 anno 2019

La KTM Macina Kapoho 2971 è una eMTB full suspended, il top di gamma della sua linea, con telaio da 160 mm di escursione e ruote da 29” all’anteriore e 27,5” al posteriore, definita da KTM la tecnologia DiMMix.

Abbiamo parlato di questo argomento nel nostro tutorial ebike con ruote dal diametro differenziato.

telaio Ktm Kapoho 2971

Il telaio è equipaggiato con ammortizzatore FOX Float DPX2 ad aria con 3 posizioni di settaggio e forcella FOX 36 Float GRIP con 3 posizioni di settaggio delle compressioni alle basse velocità.

ammortizzatore Ktm Kapoho 2971 2019

Il motore è uno Bosch CX da 36 V e 250W con batteria integrata da 500 Wh, abbinato al display Kiox.

motore Ktm Kapoho 2971 2019

Monta il gruppo completo Shimano XTR.

Freni XTR M9120 a quattro pistoncini e rotori da 203 mm, trasmissione 1×12 con deragliatore e manettino Shimano XTR M9100. Abbiamo testato il gruppo Shimano XTR a 12 velocità lo scorso anno.

deraglaitore  Ktm Macina Kapoho 2971
La zona sterzo è tutta marchiata KTM con manubrio dalle dimensioni abbastanza contenute di 740 mm, ove troviamo anche l’attacco manubrio dedicato al nuovo display a colori Kiox.

display Ktm Kapoho 2971 2019Le ruote scelte per questo modello sono le DT Swiss H1700 Spline da 29” e 27,5”. Di serie troviamo anche il reggisella telescopico Kindshock LEV-DX.

ruote della bicicletta Ktm Kapoho 2971 2019

Angolo di sterzo da 66°, piantone sella 74° e un reach di 448 mm nella taglia L, sono queste le geometrie della Kapoho che abbiamo testato.

La bici ha un peso dichiarato di 23,8 kg con i pedali e viene proposta al pubblico a un prezzo di 5.999 euro.

sterzo Ktm Kapoho 2971 2019

La prova della KTM Macina Kapoho 2971

Sono alto 188 cm e abbiamo scelto la taglia L della KTM Kapoho.

Dopo un set up della pressione gomme e sospensioni ci avviamo verso i sentieri nella zona.

Fin dai primi metri si percepisce una seduta comoda e una bici compatta. Il motore Bosch CX è ormai una garanzia e la sua erogazione è sempre regolare e con una buona progressione.

Il nuovo display Kiox a colori risulta facilmente leggibile anche sotto il sole o la pioggia e le sue otto schermate offrono diverse informazioni al ciclista, dalla classica durata della batteria ai valori di potenza e cadenza, un aspetto che mancava nei classici display Bosch come Intuvia o Purion.

prova della bici elettrica Ktm Kapoho 2971

Il comando remoto delle assistenze è semplice ed intuitivo. La dimensione generosa dei tasti permette una loro facile individuazione anche con i guanti.

In salita, su terreno compatto, la posizione in sella è performante e porta naturalmente il ciclista ad assumere una postura ottimale. Con le sospensioni settate sulla posizione più “rigida”, la dispersione in pedalata è quasi nulla.

Spostandoci sul sentiero tecnico in salita, si apprezza la differenza del diametro delle ruote (nonostante il diametro effettivo con copertoni sia praticamente uguale) con un buon compromesso tra guida e gestione della bici. Le curve strette non sono un problema così come i segmenti più sconnessi.

test sulla ebike Ktm Kapoho 2971 2019

Il walk assist, la camminata assistita, svolge la sua funzione anche se nei tratti più impegnativi, in questo caso ripidi e scivolosi, non è immediato raggiungere il pulsante e mantenerlo premuto.

La ebike KTM Macina Kapoho 2971 è un mezzo che mantiene alla base lo spirito della vera mountain bike. Il motore supporta la pedalata ma nella salita impegnativa è sempre la tecnica a fare la differenza, sia sulla gestione del motore che sulla capacità di guida. In sostanza non toglie quindi il piacere della guida in salita ma ne esalta i settori divertenti.

“Apriamo” i settaggi della forcella e ammortizzatore e iniziamo la discesa su un single trail stretto e pietroso ma molto veloce. Nonostante la sensazione in salita fosse quella di una bici compatta e ideale per le scalate, in discesa mantiene una buona stabilità sul veloce e un’ottima agilità sui tratti con cambi di direzione veloci dove mtb e rider hanno bisogno della massima reattività.

Le sospensioni FOX lavoro all’unisono e il gruppo Shimano XTR è garanzia di affidabilità, potenza di frenata e precisione di cambiata anche con fango e pioggia.

test di Davide Allegri della Ktm Kapoho 2971

Conclusioni

Il nostro assaggio della ebike KTM Macina Kapoho 2971 è stato nel complesso positivo. Purtroppo le condizioni meteo sono state dalla nostra parte ma ci hanno permesso di testare al meglio le caratteristiche della bici e il suo comportamento su fondi sconnessi e bagnati.

La Kapoho 2971 ha lo spirito di una vera mtb e permette di vivere il mondo delle escursioni in bici a 360° senza compromessi. Performante e divertente in salita, agile e reattiva in discesa.

Il display Kiox apporta un valore aggiunto alla bici. Chiaro, luminoso e con pagine facilmente consultabili. Il comando remoto migliorato rispetto alla versione precedente permette un immediato controllo del display e un rapido accesso ai dati.

Proveremo in modo approfondito la Kapoho prossimamente, per ora vi abbiamo raccontato le nostre prime sensazioni.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare il sito ufficiale KTM.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Osteopata D.O., chinesiologo e maestro di mtb. Appassionato di sport individuali e gareggia in mtb dal 2006, ottenendo buoni risultati nel downhill ma partecipando a gare di ogni specialità. Socio fondatore di Promosport Racing e Boschi Sport club, due associazioni volte a seguire quelle che sono le sue idee di sport: aggregazione, divertimento e competizione.