Share with your friends










Inviare

Crediamo che non ci sia alcun dubbio sull’importanza di Eurobike, la più importante e prestigiosa fiera d’Europa, e con questo avvenimento ormai alle spalle da qualche settimana possiamo tirare alcune somme e trarre indicazioni sullo stato attuale e futuro della bicicletta a pedalata assistita.

Undici i riconoscimenti assegnati ad aziende per i loro prodotti riguardanti il mondo delle e-bike, andiamo a passarli velocemente in rassegna, con la promessa che torneremo quanto prima a occuparci del premio incassato dall’italiana Neox.

Grandi applausi per Radius della casa produttrice tedesca Winora, che si aggiudica un Gold Award per via una serie di elementi di pregio quali la facilità di trasporto grazie agli elementi pieghevoli, la notevole cinghia in carbonio, il motore Yamaha in combinazione con importanti batterie da 400 Wh e le ruote da 20″.

Una foto della bici elettrica Radius della Winora

Una foto della bici elettrica Radius della Winora premiata agli Eurobike 2015 Award.

Riconoscimento dorato anche per Spice Curry, progettato e prodotto da Yuba e Currie International. Si tratta di un e-cargo dalle caratteristiche fuori dal comune, che è in grado di trasportare carichi anche molto pesanti e voluminosi (si parla di due bambini, con adattatori che ne permettono la seduta) grazie a una zona di carico di dimensioni significative e a un baricentro basso che facilita il movimento a pieno carico.

Anche Specialized si aggiudica l’oro con al sua straordinaria Turbo Levo FSR (nella foto sotto), una eMTB full suspension che si distingue sia per il motore Brose (cresce il numero di ditte che impiegano questo motore e presto torneremo a parlarvene) che per un telaio di grande qualità e l’app dedicata che permette il controllo di alcuni parametri direttamente dagli smart device.

La mtb elettrica Specialized Turbo Levo Fsr 6Fattie

Nella categoria urban riconoscimento dorato, oltre che alla già menzionata Winora, anche a Coboc per la sua Seven Vesterbro, una city bike che pesa appena 15,5 chilogrammi, dotata di un’app che oltre a migliorare la navigazione permette la localizzazione GPS in caso di furto del mezzo

Molti i riconoscimenti anche per quanto riguarda gli Award “normali” con la Charger GX Rohloff che vince grazie a vari particolari di design e componenti (gli importanti cerchi da 27,5″ abbinati a pneumatici all terrain Schwalbe, il cambio Rohloff a 14 rapporti), mentre Haibike piazza molto bene la sua Sduro HardFour RX che si distingue per i freni a disco idraulici, il motore centrale Yamaha e la doppia ammortizzazione.

Una foto della bici elettrica Charger GX Rohloff

Una foto della bici elettrica Charger GX Rohloff premiata agli Eurobike 2015 Award.

Anche Neox vince un Award, sia per il cambio sequenziale che è integrato nel motore centrale e sia per la qualità del design, mentre la presenza del sistema Bosch Performance è uno dei motivi principali che hanno spinto a premiare Flyer e BlueLabel per le loro ottime biciclette elettriche da viaggio.

Una foto della ebike Neox premiata con l'Eurobike Award 2015

Una foto della italianissima ebike Neox premiata con l’Eurobike Award 2015.

Darfon Electronics incassa il premio con la sua JS1 grazie al telaio robusto che in pratica inverte il concetto di design triangolare e, con gli stessi sistemi di lavorazione delle moto GP, mette a disposizione una ebike unisex di gran pregio.

E bisogna infine menzionare anche gli Award vinti da Walleräng con Model One M.01 (nella foto sotto) che sfrutta al meglio un design modulare che le permette di adeguarsi a varie esigenze di trasporto tramite l’aggiunta di alcune parti, mentre la tedesca Patria introduce un pick up elettrico pieghevole in grado di trasportare fino a cento chilogrammi di peso.

Una foto della bici elettrica Walleräng Model One M.01

A proposito dell'autore

Grande appassionato di natura, cinema e scrittura, collabora da anni con siti di musica, cinema, spettacolo e informazione occupandosi di varie tematiche. Milano gli ha fatto scoprire il mondo della bicicletta e da allora il suo amore per le due ruote continua a crescere inarrestabile.