Share with your friends










Inviare

L’ebike allunga la vita, lo sostiene anche il quotidiano nazionale la Repubblica del 16 dicembre 2015

Noi di ebike.bicilive.it insistiamo in ogni possibile occasione sulle qualità straordinarie delle biciclette elettriche e su tutti i benefici che derivano dall’impiego di e-bike. Calo del traffico, calo dell’inquinamento, maggiore velocità nel commuting cittadino, utile ed evoluto rapporto con la tecnologia smart e risparmio economico sono fra i più evidenti effetti positivi di questa rivoluzione elettrica che è solo agli inizi.

Abbiamo però parlato poco in questa sede del benessere fisico creato dall’e-bike, del migliore stato di salute di chi usa una bicicletta elettrica e di tutti i benefici fisici e mentali legati alla due ruote “a scossa”.

Eppure anche l’ebike migliora sensibilmente la salute di chi la impiega, previene molte patologie e riduce il rischio di tante altre. Inoltre, rispetto alla bicicletta tradizionale, ha l’enorme vantaggio di poter essere utilizzata anche da tipologie di persone che altrimenti non pedalerebbero.

Due maturi ciclisti in sella a biciclette elettriche

Accanto alla pura forza dei numeri, delle vendite di mezzi e delle varie iniziative a favore dell’e-bike, in crescita di anno in anno, un altro classico segno dell’importanza e degli effetti positivi della pedelec è l’infittirsi sui quotidiani più importanti di articoli dedicati a vari aspetti della bicicletta elettrica, non ultimi dei quali la salute e il benessere.

Ci hanno quindi fatto molto piacere diversi articoli apparsi ultimamente, non ultimo quello firmato da Elisa Manacorda su la Repubblica di ieri, 16 dicembre 2015, dal titolo “L’ebike allunga la vita”.

E l’e-bike allunga davvero la vita a tutta una serie di persone che amerebbero fare attività sportiva, senza però affaticarsi o stressare troppo il fisico.

Ecco quindi che, rispetto alla bicicletta tradizionale, si allarga molto il bacino di utenza, abbracciando varie tipologie di ciclisti.

Dalle persone più anziane che hanno rinunciato alla due ruote per via dell’eccessiva fatica a chi, più o meno giovane, sta recuperando da qualche incidente o malattia e non può effettuare troppi sforzi. Dalle persone semplicemente un po’ troppo pigre, che vivono una vita molto sedentaria ma non vogliono mettersi a sudare in salita, a chiunque non usa la bicicletta per gli spostamenti perché arriverebbe sudato sul posto di lavoro, passando per le donne in menopausa che troveranno in questo mezzo un alleato nella prevenzione all’osteoporosi.

Lezione di spinning in palestra

Sudare in palestra con lo spinning o pedalare “elettrico” all’aperto, due modi diversi per farci del bene.

Le persone che non utilizzano la bicicletta ma possono impiegare l’e-bike sono tantissime, e nel tempo queste persone sperimenteranno un notevole miglioramento della salute e un innalzamento dell’aspettativa di vita, vediamo quindi di elencare i maggiori benefici derivanti dalla due ruote elettrica…

Il principale punto di forza della pedelec dal punto di vista medico è la sua capacità di assicurare un esercizio aerobico continuativo, in grado di eliminare grassi e migliorare la capacità respiratoria (e quindi l’ossigenazione) senza però stressare troppo l’organismo, in particolare il sistema cardiocircolatorio.

Proprio per il suo lavoro di controllo dei grassi è utile per tenere in check colesterolo cattivo e glicemia in generale, vi è poi un rinforzo del tono muscolare delle gambe ottenuto con sforzo minimo, così come si notano miglioramenti nell’efficienza cardiovascolare e della circolazione venosa.

Rispetto ad altre attività sportive, pedalare su una ebike ha anche il vantaggio di evitare rischi in caso di problemi alle articolazioni, visto che il peso viene scaricato sul mezzo, e non bisogna comunque sottovalutare il consumo di calorie, che pur non essendo pari a quello di una bicicletta tradizionale su stesso percorso, è comunque un importante contributo quotidiano allo smaltimento di qualche chiletto di troppo.

Sono tutti micro e macro effetti che, accumulati nel tempo, oltre ad assicurarci una migliore salute ci danno anche più tempo per goderci questa salute, visto che sono ormai molti gli studi scientifici che parlano di un sostanziale allungamento della vita in chi pedala.

Pedalare aiuta anche a scaricare la tensione

Chiudiamo infine con un elemento che viene spesso sottovalutato quando si parla di benefici e salute: pedalare aiuta anche a scaricare tensione ed è quindi utile anche in casi di stress, nervosismo, esaurimento psicologico o depressione.

Il tutto senza contare che, rispetto alle cyclette che può capitare di impiegare a casa o in palestra, con l’e-bike si pedala all’aria aperta.

Insomma: lunga vita a noi e-ciclisti e lunga vita alla bicicletta elettrica!

A proposito dell'autore

Grande appassionato di natura, cinema e scrittura, collabora da anni con siti di musica, cinema, spettacolo e informazione occupandosi di varie tematiche. Milano gli ha fatto scoprire il mondo della bicicletta e da allora il suo amore per le due ruote continua a crescere inarrestabile.