Trackting EVO è il primo antifurto GPS evoluto per biciclette elettriche che permette al ciclista di proteggere e rintracciare la propria ebike. L’antifurto smart può essere installato direttamente sulla pedelec da un rivenditore autorizzato Trackting e si alimenta utilizzando la batteria dell’e-bike, senza però incidere sui suoi consumi.

Nascosto nel vano batteria, in quello del motore oppure fra telaio e motore, Trackting EVO viene posizionato in un luogo tale da prevenire eventuali rimozioni da malintenzionati. Invisibile e semplice nel suo funzionamento, l’antifurto GPS è molto intelligente e facilmente utilizzabile tramite apposita App.

Progettato per garantire sicurezza e serenità al ciclista che decide di allontanarsi dalla sua bici elettrica, Trackting EVO è disponibile al prezzo lancio di 199 euro (IVA inclusa), il quale comprende installazione e un anno di servizio.

Uno smartphone mostra l'app Trackting

Trackting EVO è facilmente controllabile dall’utente tramite una pratica e comodo App per smartphone.

Trackting: dalla sua nascita all’Italian Bike Festival

Per capire com’è nata l’idea si deve tornale all’8 aprile 2016, quando Claudio Carnevali (CEO del brand) scivola con la sua moto fortunatamente senza conseguenze. Dopo essere tornato a casa e averla lasciata nel parcheggio sottostante si accorge, dopo circa due ore, che la moto è scomparsa.

Ecco quindi che per “vendicarsi” del furto decide di creare un antifurto GPS evoluto per moto che possa permettere al centauro di vivere più sereno quando non cavalca il proprio mezzo.

Trackting nasce quindi per il mondo motociclistico, in occasione dell’edizione 2018 di EICMA, l’Esposizione Internazionale Ciclo, Motociclo e Accessori che si svolge dal 1914 a Milano.

L’idea di sviluppare un antifurto GPS specifico per bici elettriche è invece più recente. Trackting EVO è infatti stato presentato in anteprima all’Italian Bike Festival 2020 tenutosi nel weekend dell’11-13 settembre a Rimini.

Una ragazza con l’ombrello ferma su una bici davanti allo stand di Trackting

Trackting: 100% Made in Italy

Trackting EVO è una novità assoluta nel settore ebike e come evidenziato dalla sigla “EVO” vuole essere un punto di riferimento per l’evoluzione della tecnologia per la mobilità sostenibile.

Sfruttando una progettazione accurata e al 100% Made in Italy, Trackting crea così dei localizzatori GPS che integrano soluzioni d’avanguardia e componenti di elevati qualità.

Operando nel settore dei localizzatori professionali da circa 15 anni, i tecnici dell’azienda sono infatti in grado di assicurare affidabilità ed elevate performance. Per tale motivo Trackting sviluppa internamente tutto ciò che serve per offrire al cliente un prodotto garantito da elevati standard di produzione.

Il tutto seguendo una filosofia produttiva che viene racchiusa nel concetto di “artigianato digitale”, inteso a sottolineare una cura minuziosa del prodotto sotto ogni aspetto: dal progetto, allo sviluppo, al pezzo finito.

Dettaglio di una schermata dell’App di Trackting EVO con veicolo fermo e modalità allarme non inserita

Trackting EVO: invisibile e smart

L’antifurto GPS evoluto Trackting EVO nasce quindi per tenere sotto controllo la propria ebike e per vivere senza troppi pensieri, soprattutto quando ci si allontana da essa.

Oltre a essere un’offerta innovativa e unica nel suo genere, EVO è caratterizzato da alcune specifiche che lo rendono invisibile, facile da utilizzare e intelligente.

Posizionato all’interno del vano batteria, del vano motore oppure nell’interstizio tra telaio e motore questo antifurto viene infatti abilmente nascosto durante il montaggio, operazione che può essere fatta da qualsiasi installatore autorizzato Trackting.

Il dispositivo è già di per sé molto piccolo ed estremamente leggero (solo 24 grammi) ed essendo posizionato internamente risulta invisibile a chiunque guardi la nostra ebike. Di conseguenza non incide né sul peso né sul look del telaio.

Le sue dimensioni e il suo peso inoltre lo rendono perfetto per evitare rimozioni forzate a opera di malintenzionati oppure di essere rintracciato da rilevatori wireless.

Oltre a essere invisibile, Trackting EVO è anche smart: può infatti essere controllato direttamente tramite apposita App disponibile sia per iOS che per Android.

Il nuovo antifurto GPS è inoltre intelligente anche perché si ricarica in completa autonomia utilizzando la batteria dell’ebike sul quale è montato. Gli ingegneri del brand però non si sono fermati a un’unica fonte di alimentazione, ma hanno optato per una batteria tampone che consente di rintracciare una bicicletta anche se questa è priva di accumulatore.

Per quanto riguarda invece il consumo di batteria, l’azienda precisa che l’impatto sull’accumulatore principale della bici elettrica è pressoché nullo, evitando così di togliere preziosa carica che il ciclista può sfruttare per le sue uscite.

Ma torniamo un secondo al discorso del dispositivo smart. Trackting EVO consente di avere sempre sotto controllo sia il livello di entrambe le batterie (quella dell’e-bike e quella tampone), sia la posizione della propria bicicletta.

A tal proposito vi segnaliamo che questo rivoluzionario antifurto sfrutta una tecnologia di geolocalizzazione basata su tre sistemi (GPS, Glonass e Galileo) che consente di avere una tracciatura molto precisa all’aperto (fino a 5 metri), ma è capace di rintracciare una bicicletta anche quando questa è riposta in luoghi chiusi, come possono essere garage, box o cantine.

Particolare del piccolo dispositivo Trackting EVO

Trackting EVO: il funzionamento

Il nuovo sistema di antifurto per ebike funziona in modo semplice e intuitivo. EVO si attiva e disattiva direttamente agendo tramite l’App.

Ogni volta che ci si allontana dalla propria bicicletta infatti si può impostare la funzione antifurto. Parlando in termini di telemetria, quando è impostata la modalità allarme la posizione del mezzo è tracciata ogni 30 secondi.

Quindi significa che in caso di furto il dispositivo avvisa l’utente tramite una chiamata al cellulare che parte in modo automatico e immediato e inizia a geo-localizzare l’e-bike con cadenza regolare, indicando sulla mappa in tempo reale la posizione, la direzione e la velocità.

Trackting EVO traccia comunque la posizione regolarmente anche quando non si è in “modalità allarme”, ma si sta ad esempio pedalando. In questo caso EVO  identifica la posizione dell’ebike ogni 5 minuti.

EVO permette in ogni caso di rintracciare l’ebike sia all’aperto sia in luoghi chiusi, quindi in caso di furto possiamo subito sapere dove si trova la nostra bici.

Il servizio è attivo in 49 Paesi europei e la speciale eSIM integrata sceglie in modo automatico il migliore operatore della zona (senza alcun costo di roaming), connettendosi alla sua rete per avviare un tracking sicuro e preciso.

Inoltre, grazie alla precisione del sensore accelerometro digitale e al software evoluto sviluppati dai tecnici di Trackting, i falsi allarmi sono ridotti al minimo e evitano così di essere disturbati in modo accidentale.

La schermata di Trackting per bloccare e sbloccare le ebike

Le altre funzioni e gli altri servizi di Trackting EVO

Trackting EVO si adatta a qualsiasi tipo di bici elettrica, sia essa una eMTB, una eCity o una eCargo, ma anche a qualunque monopattino elettrico, rendendo sicuro ogni mezzo sul quale è montato.

L’applicazione per smartphone è creata per consentire il controllo di più veicoli, rendendo il servizio offerto dal brand ancor più utile e flessibile. Utilizzando un unico account è quindi possibile avere a portata di mano tutto ciò che serve per controllare più dispositivi contemporaneamente.

Oltre a questo servizio aggiuntivo, l’azienda caratterizzata da un Made in Italy al 100% ha pensato di utilizzare il nuovo dispositivo per fornire al ciclista una protezione “salvavita”.

Questa funzione è molto importante quando si pedala perché in caso di incidente o di situazioni di emergenza, Trackting EVO consente la condivisione temporanea della posizione con chi si desidera tramite l’invio di un sms contente un link.

La privacy dell’utente è comunque garantita dal brand che tutela i propri clienti criptando le coordinate della bicicletta elettrica e rendendole visibili unicamente al proprietario, il tutto tramite l’App dedicata.

Trackting punta inoltre su un customer service efficace e tempestivo per fornire assistenza rapida a chiunque ne avesse bisogno.

A tal proposito Claudio Carnevali (CEO di Trackting) precisa di aver istituito appositamente un “Customer Happiness Manager che si occupa di tutto ciò che concerne la soddisfazione del cliente, intesa in senso lato (la sua felicità), per l’esperienza e la relazione con il brand nel lungo termine”.

Un ragazzo in sella a una mountain bike elettrica fermo davanti ad ammirare il panorama

Trackting EVO: installazione e prezzo

Come abbiamo visto e prendendo in prestito le dichiarazioni di Claudio Carnevali il nuovo antifurto GPS evoluto si rivolge a chiunque abbia una e-bike, e – perché no – un qualsiasi altro veicolo similare: una cargo bike con pedalata assistita o un monopattino elettrico”.

Per tale motivo Trackting mette a disposizione una rete di installatori specializzati che si occupano del montaggio del dispositivo su questi mezzi, garantendo sicurezza e affidabilità.

Trackting EVO è infatti già disponibile sul mercato e il suo prezzo di lancio è di 199 euro (IVA inclusa), cifra già comprensiva di installazione e un anno di servizio. L’azienda italiana assicura inoltre una assistenza continua nel tempo e aggiornamenti software.

Per maggiori informazioni e ulteriori approfondimenti vi consigliamo di visitare il sito internet ufficiale di Trackting EVO.

Share on Pinterest
iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Un giovane comasco con il cuore diviso tra mountain bike, che pratica per diletto nel tempo libero, e la corsa su strada, che ama seguire in TV e dal vivo. La passione per la prima nasce per amore della natura, la seconda grazie ad un nonno tifoso sfegatato del Pirata.