Stajvelo, l’azienda fondata da Thierry Manni, ha deciso di affidarsi al motore Polini E-P3 per la sua nuova linea di biciclette elettriche. Stajvelo si aggiunge così alla lista dei diversi brand di ebike che utilizzano drive unit Polini.

Disponibili dallo scorso luglio 2020, le nuove bici a pedalata assistita del brand monegasco sono in particolare quattro: una eGravel, una eRoad e due eUrban.

Tre tipologie differenti, ma con un’anima unica: il motore Polini E-P3. Le caratteristiche tecniche invece cambiano da modello a modello.

Un ciclista in sella a una ebike da strada Stajvelo Mirabeau 2021 con motore Polini E-P3

La e-Strada Mirabeau è la top di gamma delle ebike Stajvelo equipaggiate con motore Poline E-P3.

Le nuove eBike Stajvelo 2021: eGravel, eRoad ed eUrban

La passione del signor Manni lo ha portato a dare vita a Stajvelo nel 2016. Avvalendosi di un team di tecnici esperti, l’azienda ha così iniziato con biciclette tradizionali per poi spostare recentemente la propria attenzione sul mondo elettrico.

La scelta di puntare sul sistema di trasmissione elettrico Polini è legata principalmente alle sue prestazioni e alla sua versatilità. Inoltre consente a chi è in sella di divertirsi mentre pedala sia in strada o sui sentieri.

Per tali motivi Stajvelo ha adottato il Kit Polini E-P3 su tutte e quattro le sue nuove eBike. Esso è costituito da un motore con potenza di 250W (coppia da 70Nm) e da una batteria da 500Wh.

Il motore Polini E-P3 montato sulla Stajvelo Montagel 2021

Il Kit Polini E-P3 comprende un motore con ha una potenza di 250W (coppia da 70Nm) e una batteria da 500Wh.

Mentre il propulsore fornisce una potenza decisamente elevata e perfetta per superare anche le salite più dure, la batteria consente a chi monta in sella di percorrere più di 150 chilometri con una sola ricarica (ricordiamo che l’autonomia è un dato indicativo perché soggetto a molte variabili come peso del conducente, tipo di percorso e modalità di assistenza utilizzata).

Le modalità di assistenza sono cinque e sono in grado di fornire un supporto completo al ciclista.

Sebbene tutte e quattro le eBike della nuova linea di Stajvelo abbiano un core fondato sul motore Polini E-P3, le loro tipologie e le relative caratteristiche tecniche sono differenti.

Così come variano i loro prezzi al pubblico, riportati di seguito e comprensivi di IVA.

Dettaglio del tubo sterzo di una eBike Stajvelo color verdone

Stajvelo Montagel – 4.950 euro

La Montagel è una eGravel creata per regalare piacere di guida sia su strada che su sentieri sterrati.

La spinta necessaria ad affrontare le difficoltà di percorso è erogata dal motore Polini E-P3, mentre la batteria removibile fornisce la capacità necessaria ad effettuare uscite di chilometraggio elevato.

La struttura del telaio monoscocca e della forcella anteriore è in carbonio T800 UD. Il passaggio cavi è completamente interno.

La trasmissione a 11 velocità, mentre i cerchi sono DT Swiss HG1800 Spline sono abbinati ai pneumatici Pirelli Cinturato Gravel 40-622, che conferiscono buon rotolamento anche su ghiaia limitando le forature.

Disponibile in tre taglie (S, M, L) la Stajvelo Montagel ha un peso dichiarato di circa 15,9 kg, pedali esclusi.

La eGravel Stajvelo Montagel in colorazione verdone 2020 con kit Polini E-P3

Stajvelo Mirabeau – 6.500 euro

La Mirabeau è la nuova eRoad di Stajvelo, ovvero la versione elettrica del modello Beau Rivage.

Condivide con essa le stesse caratteristiche tecniche: telaio in carbonio T800 UD, ruote DT Swiss HE (Hybrid Endurance), copertoni Pirelli P Zero e gruppo Shimano Ultegra Di2 a 11 velocità.

È stata studiata anche nei minimi particolari e ciò lo si nota dal design ergonomico ed elegante, con passaggio di cavi interno.

La Stajvelo Mirabeau è equipaggiata con il Kit Polini E-P3 per consentire al ciclista di spingersi anche sulle salite più ripide, qualunque sia la forma fisica.

Disponibile in tre taglie (S, M e L), ha un peso di circa 14,9 kg, pedali esclusi.

La eRoad Stajvelo Mirabeau 2020 in colorazione nera con kit Polini E-P3

Stajvelo Nomades R – 4.950 euro

La Nomades R è una eUrban allround, ideale da utilizzare in città ma anche per avventure offroad. È una bici sportiva e polivalente, dotata di Kit Polini E-P3 per rendere più piacevoli le uscite.

Come le precedenti vanta un telaio in carbonio monoscocca abbinato a una forcella dello stesso materiale. Il passaggio cavi è completamente interno.

La trasmissione è affidata al gruppo Sram Apex a 11 veocità, mentre i freni a disco idraulici sono i Magura MT4.

I cerchi DT Swiss HE1800 Spline si abbinano ai copertoni Pirelli Cycl-e GT per aumentare l’affidabilità, l’aderenza e la resistenza sia su asfalto che su sterrato.

Le taglie disponibili sono tre (S, M e L) e il suo peso è di 16,7 kg.

Una e-bike Stajvelo Nomades R 2021 con motore Poline E-P3

Stajvelo Nomades – 4.400 euro

La Nomades è la nuova eCity di Stajvelo e rispetto alla versione precedente ha un telaio in alluminio ed è quindi più pesante: 19,5 kg.

Il montaggio è simile: motore Polini E-P3, batteria integrata da 500Wh, trasmissione Sram Apex a 11 velocità, freni a disco Magura MT4 e copertoni Pirelli Cycl-e GT.

Completa di parafanghi, luci e portapacchi posteriore, viene offerta al pubblico nelle solite tre taglie (S, M e L).

La eUrban Stajvelo Nomades 2020 in colorazione bianca con kit Polini E-P3

Per maggiori informazioni sulla nuova linea di eBike Stajvelo vi consigliamo di visitare il sito internet ufficiale Stajvelo.

Al suo interno è possibile trovare anche l’elenco dei negozi/showroom del marchio con sede nel Principato di Monaco sparsi per tutta l’Europa: Stajvelo infatti è presente in Francia, Canada, USA, Austria, Svizzera, Germania, Emirati Arabi Uniti, Benelux (Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo) e ovviamente in Italia.

Il brand ha all’attivo anche una collaborazione con Pirelli che ha portato a degli allestimenti brandizzati Pirelli per Nomades e Montagel.

Share on Pinterest

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Un ingegnere comasco con il cuore diviso tra mountain bike, che pratica per diletto nel tempo libero, e la corsa su strada, che ama seguire in TV e dal vivo. La passione per la prima nasce per amore della natura, la seconda grazie ad un nonno tifoso sfegatato del Pirata.