Share with your friends










Inviare

Forte della sua pregressa esperienza nel campo della mobilità elettrica, l’italiana Nilox debutta nel segmento bici a pedalata assistita con tre modelli fra i quali Doc X3, una fat ebike dal design originale che ci sembra la proposta più interessante.

Nelle altre proposte, vecchie e nuove, di casa Nilox troviamo perfezionamenti di prodotti per i quali il brand tricolore era già noto: un vasto assortimento di hoverboard, tre monopattini elettrici e vari modelli di e-skateboard, fra i quali uno dotato di speakers wi-fi.

Doc X1 Doc X2 Nilox

I modelli Nilox 2018 sono pensati per il ciclista urbano, con due ebike pieghevoli dal peso di circa 20 kg.

La linea di eBike Nilox Doc X 2018

Presentata in occasione dell’ultimo AIFA di Berlino, la linea Nilox Doc X si compone di due ebike pieghevoli per un uso prettamente urbano, una pensata con un occhio di riguardo alle donne e l’altra unisex, e di questa fat elettrificata che è decisamente più versatile e a suo agio sia per le strade delle metropoli che per gite fuori porta, fra mare e colline.

Fatbike Nilox Doc X3 – 1.499,95

Diverso il discorso per quella che è per ora l’ammiraglia della flotta Nilox: Doc X3 è una fat bike a pedalata assistita che spicca già al primo impatto, per via di un telaio il cui tubo obliquo, di dimensioni maggiorate, non forma un triangolo in quanto si curva nella parte inferiore.

Le ruote da 20″ montano gomme fat (20×4″), mentre la batteria da 36V – 8Ah (posizionata dietro il tubo sella) fornisce energia per una cinquantina di chilometri, con 3 ore di tempo di ricarica. Il sensore di coppia è collocato sul mozzo posteriore, i tre livelli di assistenza sono gestiti da comando al manubrio con l’aggiunta di un display che permette di controllare le consuete informazioni riguardo livelli, velocità e carica residua.

L’allestimento è completato da sella ergonomica, freni a disco e cambio Shimano a 6 velocità, per una fat ebike comoda e maneggevole, che calpesta con indifferenza pavé, neve, sanpietrini o sabbia. Il nero rimane l’unico colore disponibile, il peso raggiunge i 25 chilogrammi e Doc X3 viene venduta a 1.499,95 euro.

L’ingombro di questa bicicletta è pedalata assistita è di 58x170x95 cm (LxPxA) mentre il peso senza batteria è di 22 kg.

fatbike elettrica nilox doc x3

Look inconfondibile per la Doc X3 (1.499,95 euro), fat ebike adatta a ogni tipo di terreno, sia in città che nella natura.

Ebike pieghevole Nilox X2 – 699,95 euro

Delle tre ebike prodotte da Nilox, nata nel 2005 dal Gruppo Esprinet, Doc X2 è una ebike pieghevole con ruote da 20″, motore da 250 W, batteria (36 V – 4.4 Ah) facilmente rimovibile che assicura una autonomia fino a 25 chilometri con un tempo di ricarica di circa 2 ore, comando a manubrio e freni a pattino.

Il tutto per un peso totale di 20,5 chilogrammi (uno dei quali di batteria), colore nero e prezzo al pubblico di 699,95 euro.

ebike pieghevole nilox x2 2018

Ebike pieghevole Nilox X2 (699,95 euro) con ruote da 16″ e peso complessivo di 20 kg.

Bici elettrica pieghevole Nilox X1 – 649,95 euro

Nella Doc X2, l’altra bicicletta pieghevole di Nilox, rimangono invariati motore, freni e peso finale; la batteria è leggermente meno performante (24V – 5.2Ah) riducendo l’autonomia a circa 15-20 chilometri, per un tempo medio di ricarica di 3 ore; le ruote sono da 16″ per una dimensione di 53x148x103,5 cm.

Peso complessivo di 20 chilogrammi (3 di batteria) e un costo di 649,95 euro, unico colore disponibile è il bianco.

ebike pieghevole nilox x1 2018

Nilox X1 (649,95 euro) è disponibile nel colore bianco con sella e manubrio neri.

Consigliamo una visita al sito ufficiale Nilox non solo per esaminare meglio questi tre modelli ed eventualmente effettuare l’acquisto online, ma anche per conoscere più da vicino il resto della interessante produzione di questo brand tricolore.

A proposito dell'autore

Grande appassionato di natura, cinema e scrittura, collabora da anni con siti di musica, cinema, spettacolo e informazione occupandosi di varie tematiche. Milano gli ha fatto scoprire il mondo della bicicletta e da allora il suo amore per le due ruote continua a crescere inarrestabile.