Share with your friends










Inviare

Pressed Bike di Leaos, ammirata a Eurobike 2017, è una ebike di nuova concezione che, fra le caratteristiche salienti, può vantare leggerezza, un’estetica superba e la possibilità di ricaricare la batteria tramite energia solare.

La storia di Leaos, brand italiano con sede a Bolzano, è caratterizzata da costante ricerca e innovazione affiancati a un ottimo senso estetico.

Questa tensione verso il futuro ha già portato in precedenza a ottimi risultati, quali per esempio la vittoria dell’importante Red Dot Award nel 2015 per un’ebike con telaio in carbonio e ricarica a energia solare.

Pressed Bike

La Pressed Bike della bolzanina Leaos pesa 13 chili e ha come optional pannelli solari per la ricarica della batteria.

E i premi sono il filo rosso che lega questo precedente prodotto Leaos all’attuale Pressed Bike, disponibile da gennaio 2018.

Il design del telaio in alluminio ultraleggero è infatti opera di Harry Thaler, un product designer dalla formazione particolare che, partendo dalle sue origini come orafo, si è in seguito occupato di vari altri settori, con risultati sempre eccellenti e un invidiabile carniere di premi e riconoscimenti.

Il processo produttivo del telaio di Pressed Bike, che è all’origine del nome di questa due ruote elettrica, consiste nel realizzare separatamente le due metà, per procedere quindi a unirle tramite pressatura, ottenendo un frame incavato, più leggero della media.

Telaio Pressed Bike Leaos

Le due metà del telaio in alluminio di Pressed Bike vengono successivamente unite tramite pressatura.

Il risultato finale è una bicicletta disponibile sia in versione standard che a pedalata assistita che pesa, rispettivamente, 9 o 13 chilogrammi.

Ma le sorprese non si nascondono solo nel design elegante o nella leggerezza, visto che, proseguendo la ricerca sulla ricarica a energia solare, anche Pressed Bike potrà rifornire la sua batteria tramite il calore del nostro astro.

La presenza di pannelli solari in una ebike non è certo novità assoluta, ma in precedenza questo dato si risolveva spesso in ingombranti e antiestetici pannelli posti sul portapacchi. Leaos Pressed Bike dovrebbe, seguendo le orme della precedente Solar, avere dei pannelli optional completamente integrati nel telaio.

Molti i particolari da rivelare in attesa del lancio sul mercato a gennaio 2018, ma la ricarica dovrebbe poter operare sia tramite luce diretta che passiva e fornire una frazione della capacità totale della batteria (circa 90 chilometri totali), che è integrata nel telaio e che sarà possibile ricaricare anche attraverso il metodo tradizionale.

Leaos Pressed Bike

La Pressed Bike si distingue non solo per l’innovativa produzione del telaio ma anche per la cura dei dettagli.

Freni a disco idraulici, gomme Schwalbe e possibilità di scelta fra single speed o cambio a 7 rapporti completano il quadro di questa ebike dotata di motore posteriore da 250W, display sul manubrio e possibilità di acquisto di vari accessori quali parafanghi, borse, luci e portapacchi.

Per ulteriori informazioni su questa e altre biciclette dal marchio bolzanino, così come per essere aggiornati sul prezzo e data d’uscita e piazzare eventuali preordini, vi rimandiamo al sito ufficiale Leaos.

A proposito dell'autore

Grande appassionato di natura, cinema e scrittura, collabora da anni con siti di musica, cinema, spettacolo e informazione occupandosi di varie tematiche. Milano gli ha fatto scoprire il mondo della bicicletta e da allora il suo amore per le due ruote continua a crescere inarrestabile.