Gogoro, azienda taiwanese con grande esperienza nel campo degli scooter elettrici, sbarca nel mondo delle biciclette elettriche. La Eeyo è infatti sua prima ebike ultraleggera del brand, un modello in carbonio caratterizzato da un design innovativo e di alcune soluzioni all’avanguardia, tra cui la tecnologia brevettata Smartwheel.

La Gogoro Eeyo è una ebike pensata per l’ambito urbano e per essere sempre alla moda. Questa pedelec è disponibile in due versioni: la top di gamma Eeyo 1s e la Eeyo 1.

Leggera ed elegante, la Gogoro Eeyo vanta inoltre un peso davvero ridotto di soli 12 kg grazie anche all’utilizzo del carbonio e il motore/batteria nel mozzo posteriore.

Disponibile a partire da 3.899 dollari, circa 3.500 euro, sarà presto sul mercato negli Stati Uniti ed in Europa. La sua consegna è prevista proprio a partire da questo luglio 2020.

Ragazzo che utilizza una Gogoro Eeyo in città

Gogoro Eeyo: telaio in carbonio e Smartwheel

Il telaio della Gogoro Eeyo è pulito e moderno. Realizzato in fibra di carbonio ultraleggera, la struttura monoscocca risulta priva del tubo verticale classico, lasciando così un vuoto sotto al reggisella.

Il look di questa ebike appare così proiettato verso il futuro e allo stesso tempo dotato di buona aerodinamicità, anche se naturalmente si potrà regolare l’altezza sella in maniera ridotta.

I tecnici del brand di Taiwan hanno deciso di dotare la Eeyo 1s anche di altre parti in carbonio, come i cerchi, il manubrio e il reggisella. Per la sorella più economica, la Eeyo 1, queste tre componenti sono invece in lega di alluminio.

vista laterale della ebike Gogoro Eeyo 2020

Pur vantando materiali ed elementi di qualità, un utilizzo maggiore di carbonio sulla Gogoro Eeyo 1s fa sì che il suo peso sia più ridotto. Dai dati ufficiali infatti il peso della Eeyo 1s è di 12 kg (26,4 libbre), mentre quello della Eeyo 1 si attesta ad un valore superiore alla dozzina di chilogrammi (27,5 libbre). Parliamo comunque di pesi molto bassi per una ebike.

Altro aspetto interessante della nuova Eeyo è la presenza della tecnologia Smarthweel. La soluzione innovativa brevettata da Gogoro è un sistema unico: motore, batteria e tutte le componenti elettroniche sono inserite all’interno della ruota posteriore.

Questo corpo unico è realizzato in alluminio ed è stato sviluppato essere inserito all’interno del mozzo della ruota posteriore.

I vantaggi offerti sono molteplici. Innanzitutto non sono presenti i comandi al manubrio, non ci sono fastidiosi cavi in vista e il design risulta pulito. Inoltre anche il tubo obliquo, non essendoci la batteria, è identico a quello di una bicicletta muscolare. A prima vista infatti la Gogoro Eeyo non sembra essere una bici elettrica.

Particolare della cinghia Gates Carbon Drive.

La cinghia Gates Carbon Drive sostituisce la catena e necessita di minore manutenzione.

Ulteriore vantaggio della Smartwheel è legato alla cinghia Gates Carbon Drive che sostituisce la classica catena. Essa consente di avere una pedalata fluida e di limitare al minimo la necessità di manutenzione, permettendo al ciclista di godersi la pedalata in ambiente urbano e senza preoccuparsi troppo della catena e del suo grasso che spesso sporca gambe e pantaloni.

Per controllare e gestire la Smartwheel, il team di Gogoro ha pensato bene di realizzare un’App dedicata connessa allo smartphone via Bluetooth. Le funzioni di pedalata assistita e di modalità di guida sono così lasciate al software che le ottimizza a seconda delle necessità del momento.

La Smartwheel inoltre assicura una sicurezza completa contro i furti: la connessione di prossimità integrata nella Eeyo permette di bloccare la ruota appena il proprietario si allontana dalla propria ebike.

Uno smarphone con App che funge da display sulla e-bike Gogoro Eeyo

Qualche dato tecnico

La scelta fatta da Gogoro per migliorare il peso ed ottenere delle forme intriganti vede un sacrificio in termini di performance, lato autonomia. Notiamo infatti che la batteria è da 123 Wh, quindi decisamente meno prestante rispetto alle altre presenti sul mercato.

Nonostante questo aspetto comunque la nuova Eeyo si difende bene per chilometri percorribili dichiarati dal brand. L’ottimizzazione del motore infatti ha permesso di regalare circa 64 km di autonomia in modalità Sport e fino a 88 km in modalità Eco (presumibilmente in piano e con un rider leggero, naturalmente sono dati indicativi).

Il tempo di ricarica completo ha una durato di circa 2 ore e mezza ma una peculiarità della batteria è il metodo di ricarica che appare molto interessante. Gogoro infatti ha pensato a un caricatore portatile da agganciare all’hub oppure a uno stand che consente di ricaricare la bici quando è parcheggiata.

Nonostante non siano ancora state rese note tutte le caratteristiche tecniche nel dettaglio sappiamo comunque che la Gogoro Eeyo monterà un freno a disco idraulico per la ruota anteriore. Per la posteriore è presente un freno classico a pattino posizionato sotto i foderi per mantenere la linea pulita.

dettaglio della forcella della ebike logoro eeyo 2020

Disponibilità e prezzo

La nuova Gogoro Eeyo è una ebike creata per il contesto urbano e per fornire all’utente un mezzo con cui pedalare in serenità all’interno dei circuiti cittadini.

È già disponibile da questo luglio 2020 e la si può scegliere tra due versioni – Eeyo 1s e Eeyo 1 – e tra tre diverse colorazioni (Warm White, Lobster Orange e Cloud Blue).

Le consegne sono previste sia per il mercato locale, quindi quello asiatico, ma anche per quello americano e quello europeo.

Attualmente sul sito ufficiale figura solamente il prezzo in dollari. Facendo una breve conversione possiamo però già dirvi che la Gogoro Eeyo 1s, cioè la versione top di gamma, avrà un prezzo al pubblico, comprensivo di IVA, di circa 4.100 euro (4.599 dollari), mentre la Eeyo 1 costerà circa 3.500 euro (3.899 dollari).

Per maggiori informazioni e approfondimenti sulla Eeyo vi invitiamo a visitare il sito internet ufficiale del brand Gogoro.

Share on Pinterest
iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Un ingegnere comasco con il cuore diviso tra mountain bike, che pratica per diletto nel tempo libero, e la corsa su strada, che ama seguire in TV e dal vivo. La passione per la prima nasce per amore della natura, la seconda grazie ad un nonno tifoso sfegatato del Pirata.