Share with your friends










Inviare

Il marchio storico del mercato motociclistico italiano Fantic Motor è entrato dal 15 luglio 2015 anche in quello delle ebike, le biciclette elettriche a pedalata assistita.

L’azienda, nata a Barzago nel 1968, è sinonimo per tutti gli appassionati delle motociclette di fuoristrada, trial ed enduro. Tanti i successi commerciali e sportivi di questa realtà che, dal cuore della Brianza, ha conquistato titoli mondiali e creato il mito del Caballero 50 e 125 motorizzato Minarelli.

Andata in crisi agli inizi degli anni ’90 e fallita nel 1995, Fantic Motor è stata acquistata nel 2003 dall’imprenditore trevigiano Federico Fregnan, che l’ha rilanciata dal 2005 producendo moto offroad e supermotard.

Il 1° ottobre 2014 l’azienda ha cambiato mano per la terza volta, diventando proprietà di VeNetWork, un network di una cinquantina di imprenditori veneti con sede legale a Dosson di Casier (TV) e presieduta da Alberto Baban.

E la nuova proprietà ha deciso che l’ulteriore rilancio del marchio Fantic Motor deve passare anche dalla mobilità sostenibile e da quello delle e-bike, un mercato dalle potenzialità enormi (e in Italia ancora in gran parte inespresse) che in Europa nel 2014 è valso 1.100.000 unità vendute.

Proprio Baban, nella conferenza stampa di presentazione a Milano del 15 luglio 2015 (data che potremmo definire “storica” se questa esperienza sarà positiva) ha spiegato che: “Nel futuro, anche non troppo lontano, prevediamo un grande successo in termini sia di numeri che di soddisfazioni, iniziando da questa nuova e importante avventura delle bici elettriche”.

L’azienda vuole posizionarsi concretamente non solo nel mondo del fuoristrada, ma anche in quello della mobilità urbana (strizzando l’occhio anche agli aspetti più alla moda) ed eco friendly.

Una foto della Fantic Fat Sport ebike in montagna

La bici Fantic Fat Sport in azione fuori strada, tra erba, sassi e fango.

A guidare l’avventura elettrica di Fantic Bikes, il marchio Fantic dedicato alle ebike, ci saranno Mariano Roman, amministratore delegato e veterano del mondo delle due ruote a motore (Aprilia, Piaggio e Guzzi nel suo passato), e il disegnatore Stefano Scapin (creatore della famosissima e pluri titolata bicicletta da strada Dogma della Pinarello).

Per il debutto nel mondo delle ebike Fantic ha scelto due modelli (prodotti quest’anno in mille esemplari, numero che salirà a 5.000 nel 2016) destinati a usi e luoghi molto differenti. Nell’attesa di ulteriori novità (attese per ottobre 2015) andiamo a conoscere questi prodotti…

Una foto della eBike Fantic Seven Days in azione in città

La fat Fantic Seven Days in azione per le vie della città, tra tombini, pavè e binari del tram.

eBike Fantic Motor: i modelli del 2015

Fantic Bikes, il marchio Fantic dedicato alle bici elettriche, si propone al mercato con due modelli concepiti inseguendo tre aspetti precisi: emozione, design e innovazione.

Fantic Fat Sport e Fantic Seven Days sono i nomi scelti per le due proposte 2015 del marchio veneto, ebike accomunate da una componentistica di alto livello e dalla possibilità di numerose personalizzazioni.

A contraddistinguere questi due modelli sono innanzitutto le ruote fat, pneumatici “grassi” con battistrada da 4 pollici, ideali per l’offroad più estremo ma utilissimi anche per le insidie cittadine (clicca oltre per approfondire la conoscenza con il mondo “ciccione” delle Fat Bike).

Entrambe le biciclette hanno telai in alluminio, montano ruote da 26″, cambio Stram GX, sono spinte da un motore Brose di ultima generazione e alimentate da batterie BMZ. Sono inoltre particolarmente silenziose.

I prezzi partono da 2.990 euro e arrivano ai 3.490 (personalizzazioni eventuali escluse).

eBike Fantic Fat Sport

Questa e-bike è studiata per l’attività sportiva/ricreazionale fuoristrada. Il carro posteriore corto consente una maggiore maneggevolezza e il supporto motore protegge il prezioso cuore elettrico del mezzo da possibili urti.

È dotata di forcelle Rock Shox Bluto e freni a disco anteriori da 200 mm e 180 mm posteriori. La batteria ha un’autonomia sui percorsi più impegnativi da circa 60 Km.

Per maggiori dettagli leggi il nostro articolo completo dedicato alla bici elettrica Fantic Fat Sport (online a breve).

Una foto della ebike Fantic Fat Sport

eBike Fantic Seven Days

Questa e-bike è studiata per l’uso cittadino. Il suo aspetto è più elegante e vintage rispetto alla “sorella sportiva”, con sella e manopole Montegrappa in evidenza. La batteria BMZ consente un’autonomia su percorsi pianeggianti di circa 120 Km

È disponibile in tre versioni, via via più costose: Vintage (con forcella in alluminio), Carbon (con forcella in carbonio) e Sport (con forcella Rock Shox Bluto).

Per maggiori dettagli leggi il nostro articolo completo dedicato alla bici elettrica Fantic Seven Days.

Una foto della ebike Fantic Seven Days

A proposito dell'autore

Ciclista urbano per passione e necessità, Alessio lavora da sempre su computer e internet come amministratore di sistemi Windows e consulente di web marketing. Si è unito al team di bicilive.it per poter scrivere di alcuni dei suoi argomenti preferiti - le biciclette e il verde - e conoscere tanti esperti ciclisti coi quali condividere consigli e buone abitudini, magari pedalando insieme.