Share with your friends










Inviare

Il primo produttore mondiale di propulsioni elettriche per biciclette a pedalata assistita, Bosch eBike System, ha recentemente acquisito la startup Cobi, che si occupa di progettare sistemi integrati di gestione avanzata per eBike.

Con questa mossa Bosch punta rafforzare la sua leadership anche nello sviluppo di interfacce di controllo sempre più interconnesse con il nostro Smartphone e con qualunque dispositivo abilitato alla comunicazione senza fili.

Vediamo nel dettaglio chi sono queste due aziende e che cosa dovremmo aspettarci dalla loro unione nel prossimo futuro, in nuova frontiera Hi-Tech che non coinvolgerà solo il settore ciclistico ma tutta la mobilità di nuova generazione.

smartphone con app cobi montato su ebike

Grazie all’app Cobi è possibile utilizzare lo smartphone per controllare l’ebike e avere più possibilità di interazione.

Bosch eBike System, una storia di successi

Un’azienda che non ha bisogno di presentazioni Bosch eBike System nasce anch’essa come startup nel 2009 all’interno del gruppo Bosch, con la missione di produrre i migliori motori per fornire assistenza elettrica alle eBike del futuro.

Nell’agosto del 2010 Bosch eBike System presenta in anteprima mondiale il suo primo motore centrale Bosch. L’interesse generato è tale da avviare la produzione in serie a gennaio dell’anno successivo, a Mondeville in Francia e a Bühl in Germania. Le vendite molto positive alimentano l’apertura di nuove sedi europee.

Il 2013 è l’anno in cui vengono presentate le linee di motori Active e Performance,personalizzate e specifiche per l’utilizzatore finale. Nel 2014 Bosch eBike Systems sbarca anche nei mercati americani e asiatici.

Sempre nel 2103 a novembre viene sviluppato Nyon, il primo ciclocomputer che integra molteplici funzioni che erano appannaggio di altri dispositivi, come per esempio la navigazione (dispositivi GSP) o i dati telemetrici sull’attività sportiva (sport watch). Il Nyon è anche capace di connettersi tramite connessione senza fili Bluetooth al vostro smartphone per estendere le sue funzionalità.

Il successo spinge Bosch eBike System a sviluppare motori elettrici più potenti (Bosch Performance CX) e intelligenti, con funzionalità sempre più avanzate come per esempio l’interconnessione fra trasmissione e assistenza che disattiva il motore in fase di cambiata, oppure il più recente ABS Bosch che evita il bloccaggio delle ruote in frenata.

Il 2017 è stato un anno ricco di novità Bosch e aspettative per il futuro, con l’ultimissimo ingresso nel mercato giapponese e l’acquisizione di Cobi.

supporto e comando per usare cobi su ebike bosch

Il kit di Cobi è costituito da un supporto adatto a tutto gli smartphone e un comando da montare sul manubrio dell’ebike.

Cobi porta il controllo digitale a un livello superiore

La tedesca Cobi GmbH è stata fondata da Adreas Gahlert e da un nutrito gruppo di cofondatori, uniti da un’esperienza di oltre 60 anni nel mondo digitale. Inizialmente spinta da 15 investitori, l’azienda Cobi è riuscita ad autofinanziarsi nel 2014 grazie alla nota piattaforma di micro-finanziamento, Kickstarter.

Cobi è nata di fatto come un’azienda specializzata nello sviluppo di tecnologia digitale per il ciclismo, un settore che fino a pochi anni fa non esisteva. Le loro intenzioni si sono materializzate in un sistema integrato per il controllo (senza fili) di tutte le caratteristiche e funzionalità che una eBike ha bisogno per essere utilizzata al massimo delle sue potenzialità.

Che cosa è Cobi e come funziona? Ne avevamo parlato in questo articolo del 2016, l’anno della sua uscita sul mercato. In poche parole Cobi è un’applicazione per il vostro telefono corredata da un comando remoto sul manubrio e un supporto smarthpone con luci integrate.

Oggi il sistema Cobi offre tutte le caratteristiche classiche di un ciclo computer: navigazione e previsioni meteo aggiornate, gestione delle luci automatica con luce di stop intelligente, controllo su musica o chiamate e antifurto integrato con sensore di movimento.

La vera sfida non è quella di ottenere queste funzionalità su una bicicletta elettrica (perché molte sono già presenti su qualunque smarthpone) ma risiede nel renderle facilmente gestibili, in modo veloce nell’utilizzo quotidiano di una eBike.

L’acquisizione di Bosch eBike System dimostra che Cobi ha il potenziale di vincere la sfida dell’integrazione digitale ciclistica.

montaggio del supporto e comando cobi

Il proprio smartphone si fissa o si toglie dal manubrio dell’ebike in pochissimi secondi.

Aspettative future da Bosch per l’acquisizione di Cobi

Che cosa dobbiamo aspettarci nei prossimi anni da Bosch eBike System dopo questa importante acquisizione?

Prima di tutto Bosch sarà in grado di offrire soluzioni personalizzate in base alle nostre preferenze di controllo, sia che si utilizzi un display dedicato o il nostro smartphone con connessione Bluetooth.

Il successivo passo in avanti sarà quello di integrare quanti più possibili dispositivi e soluzioni che facilitino l’utilizzo della bicicletta elettrica come mezzo primario per gli spostamenti urbani.

Infine la strada intrapresa porterà alla creazione di una cosiddetta bicicletta elettrica intelligente capace di aiutarci, consigliarci e perché no, anche proteggerci dagli altri veicoli e da condizioni avverse.

cobi plug & play display Bosch Intuvia e Nyon

Il supporto di Cobi è plug & play ed è compatibile sia con i display Bosch Intuvia sia Nyon.

Il futuro non è poi così lontano

Basta usare la propria immaginazione per pensare a una bicicletta elettrica del futuro sempre connessa in grado di suggerirci il momento migliore per uscire in base al meteo, alle nostre abitudini o alla qualità dell’aria.

Anche quando saremo fuori casa o al lavoro potremo dirle che abbiamo voglia di uscire facendo partire la ricarica della batteria in remoto. In mezzo al traffico l’eBike del futuro potrebbe comunicare la sua presenza agli altri veicoli di nuova generazione, evitando incidenti e passaggi ravvicinati pericolosi.

Potrebbe anche notificarci il momento migliore per la manutenzione ordinaria e straordinaria o aggiornare il proprio firmware e software automaticamente come già avviene per i nostri smartphone.

Conclusioni

Il CEO di Bosch eBike System, Claus Fleischer, sostiene che le eBike collegate digitalmente sono una parte integrante ed essenziale della mobilità del futuro.

Se dovesse aver ragione, prepariamoci ad accettare la Privacy Policy anche quando accenderemo per la prima volta la nostra bicicletta elettrica a pedalata assistita.

Le potenzialità sono ancora da sviluppare ma la tecnologia può veramente migliorare la qualità della nostra vita a patto che la si utilizzi sapientemente, a beneficio di tutti e non solo di chi la produce e la controlla.

A proposito dell'autore

Autodidatta con la passione per le biciclette e veicoli elettrici in generale. Ha avuto il privilegio di lavorare per un lungo periodo presso Bike World Extreme di Natalini Vanes a Castel Maggiore. Autore del manualetto Due Ruote e un Elettrone pubblicato dalla casa editrice "La Linea" di Bologna.