Presentiamo oggi ai lettori di BiciLive.it il nuovo ABUS Urban-I 3.0, la nuova evoluzione di uno fra i caschi urban più conosciuti in Germania e nel continente europeo.

Il brand fondato nel 1924 propone prodotti per la sicurezza personale, di buona qualità, affidabili e facili da utilizzare. Tra l’ampia gamma offerta da ABUS troviamo anche il nuovo Urban-I 3.0, un casco da città perfetto per pedalare in sella alla propria bici ed essere sempre protetti.

Dopo il successo delle edizioni precedenti, ABUS ha così deciso di migliorare il proprio casco e ha da poco lanciato sul mercato la terza generazione dell’Urban-I 3.0.

Scopriamolo insieme nel dettaglio.

Un ragazzo indossa il casco ABUS Urban-I 3.0 in colorazione blu con visiera azzurra

ABUS Urban-I 3.0: le caratteristiche tecniche

Il nuovo casco Urban-I 3.0 è stato progettato e sviluppato per migliorare le prestazioni e la praticità del modello precedente. Lo studio accurato da parte dei tecnici del brand ha permesso di ottenere un prodotto ideale per chi si muove in ambito urbano.

L’ABUS Urban-I 3.0 è adatto proprio a tutti: sia agli uomini che alle donne, sia ai bambini che ai ciclisti più anziani. Le sue caratteristiche tecniche e la sua versatilità lo rendono il casco di maggior successo del brand tedesco.

La sua costruzione In-Mold crea una connessione perfetta e durevole tra la calotta esterna in policarbonato e la parte interna in EPS, progettata per assorbire gli urti.

Tale struttura rende Urban-I 3.0 un casco molto leggero e si unisce alla fibbia con sistema di chiusura magnetica Fidlock che ottimizza la praticità d’uso del prodotto.

Vista frontale del casco ABUS Urban-I 3.0 in colorazione nera

Questo nuovo casco di ABUS è dotato di catarifrangenti laterali che favoriscono la visibilità del ciclista, migliorando la sicurezza quando si pedala su strade trafficate.

Per aumentare ulteriormente la sicurezza, l’Urban-I 3.0 monta un grande LED posteriore integrato nel casco che garantisce visibilità a 180° e risulta quindi ideale per i pendolari che si muovono in contesto urbano.

Comodo e pratico, l’Urban-I 3.0 ha un sistema di regolazione ad anello completo che permette di adattarsi a qualsiasi forma della testa. In più è stato progettato per essere compatibile anche per chi porta i capelli raccolti oppure ha una capigliatura voluminosa.

La regolazione Zoom Ace Urban è adatta a tutte le conformazioni del capo e consente un settaggio facile e preciso, che avviene con un semplice gesto e tramite una comune rotella.

Parte posteriore del casco ABUS Urban-I 3.0 in colorazione nera

Oltre alla regolazione, ABUS ha pensato alla ventilazione. Le 12 prese d’aria e i 5 punti di scarico del flusso permettono di godere di un’ottima areazione che lascia asciutta la testa del ciclista. Ciò evita a chi lo usa di arrivare sul luogo di lavoro con i capelli sudati.

La cura nei dettagli di questo casco da città si nota anche dai piccoli particolari, come ad esempio dalla visiera, che può essere facilmente rimossa a seconda delle necessità dell’utente.

Altro pregio dell’Urban-I 3.0 è la rete anti-insetti, molto comoda e in grado di proteggere completamente la testa del ciclista da spiacevoli incontri con fastidiosi insetti.

Vista laterale del casco ABUS Urban-I 3.0 in colorazione nera

Disponibilità e prezzo

Il casco ABUS Urban-I 3.0 ha un peso dichiarato di 280 grammi per la taglia M ed è disponibile in svariate colorazioni, adatte a tutti i gusti.

Le quattro taglie offerte - S, M, L e XL – coprono circonferenze di capo che spaziano dai 51 ai 65 centimetri.

Il suo prezzo al pubblico, individuato su alcuni negozi online che vendono tale casco, varia tra le 69,99 e le 84,99 euro, IVA inclusa.

Per maggiori informazioni sul nuovo casco da città Urban-I 3.0 e su tutti i prodotti offerti dal brand, vi consigliamo di visitare il sito web ufficiale di ABUS.

Share on Pinterest
iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Un giovane comasco con il cuore diviso tra mountain bike, che pratica per diletto nel tempo libero, e la corsa su strada, che ama seguire in TV e dal vivo. La passione per la prima nasce per amore della natura, la seconda grazie ad un nonno tifoso sfegatato del Pirata.