Share with your friends










Inviare

Il mondo della bicicletta elettrica è da tempo riconoscente a Bosch: tramite l’offerta di componenti di grande qualità e una estrema professionalità in quello che è uno dei suoi punti di forza da sempre, ovvero l’assistenza al cliente e il servizio post vendita, la casa tedesca ha svolto un gran ruolo nell’affermazione e diffusione della pedalata assistita.

C’è però, secondo molti giornalisti ed esperti, un settore nel quale la Bosch è rimasta per ora indietro rispetto a parte della concorrenza, Yamaha in testa: il campo delle mountain bike elettriche.
Pensati per offrire buone performance su strada, i motori Bosch non soddisfano completamente le esigenze di chi preferisce la sella di una mtb ma, a giudicare dalle nuove linee di produzione, il 2016 segnerà un deciso cambio di marcia.

 

Proprio in tempi recenti Bosch ha infatti annunciato alcune succose novità in vari ambiti, dal cambio automatico al sistema di controllo passando per nuovi carica-batterie e batterie, ma l’elemento più interessante è il motore.
Performance Line Cx promette infatti cambiamenti che permetteranno, fra l’altro, migliori performance sia in salita che per quanto riguarda le basse velocità e partenze da fermo: proprio quel che cerca chi è al manubrio di una mountain bike elettrica.

bosch_mtb_2016_5

Andiamo a curiosare, punto per punto, in quel che ci offrirà Performance Line Cx:

75 Nm di valore di coppia massima.
Si passa dai 60 Nm del 2015 a un 75 Nm che sarà in grado di fornire una potenza ben maggiore sia in salita con basse velocità che durante l’accelerazione, con i comunicati Bosch che parlano di una spinta che si potrà già avvertire in modo deciso con venti pedalate al minuto.

Range di assistenza migliorato.
Si passa dal 50% – 275% della scorsa linea a un 50% – 300% della potenza erogata dal ciclista, con un controllo dinamico che offrirà più soluzioni (e velocità) al biker.

Motore di dimensioni ridotte.
La carcassa del motore sarà leggermente più piccola, così come è stato ridotto il fattore Q.
Trasmissione mediante corone 14T con cassette pignoni SRAM o Shimano.

Anche i cambiamenti annunciati in altre componenti sembrano parlare di un rinnovato interesse di Bosch nei confronti della mountain bike: ecco quindi le nuove batterie Power Pack 500, con prestazioni migliorate del 25% rispetto all’anno scorso e aggiornamenti al sistema di controllo Nyon.

Sul sito ufficiale Bosch troverete maggiore informazioni riguardanti le varie novità in arrivo fra pochi mesi.
Nel 2016 molte mountain bike elettriche cominceranno a parlare tedesco…

A proposito dell'autore

Grande appassionato di natura, cinema e scrittura, collabora da anni con siti di musica, cinema, spettacolo e informazione occupandosi di varie tematiche. Milano gli ha fatto scoprire il mondo della bicicletta e da allora il suo amore per le due ruote continua a crescere inarrestabile.