Share with your friends










Inviare

Il Giro d’Italia 2019 avrà al suo fianco una competizione nuova ed emozionante aperta a tutti i ciclisti: il Giro E 2019.

Si tratta di una manifestazione cicloturistica con bici a pedalata assistita che si svolgerà con la corsa rosa dal 12 maggio al 1 giugno su parte del percorso dei professionisti.

Nelle tre settimane di gara verranno percorse ben 18 tappe del Giro d’Italia escluse le cronometro. Non mancheranno però le grandi ascese e alla sedicesima tappa i nostri ciclisti in sella alle loro ebike dovranno affrontare 147 chilometri con la scalata al Passo Gavia e poi al Passo del Mortirolo.

Le partenze avverranno da località differenti rispetto ai professionisti, mentre gli arrivi sono previsti nelle medesime città.

Ma cosa ben più importante, i partecipanti alla corsa con le e-bike arriveranno prima sotto lo striscione del traguardo di tappa e potranno godersi l’arrivo dei professionisti da un’area loro riservata.
Un’emozione dietro l’altra: prima quella di tagliare il traguardo poi quella di vedere i propri campioni.

Alcuni amatori in sella alle loro e-bike Pianarello durante la scorsa edizione del Giro E

La scorsa edizione del Giro E, gli amatori con le Pinarello Nitro.

Giro E 2019: regole e sponsor

Il regolamento del Giro E prevede l’iscrizione in squadre. Ogni team sarà formato da 6 ciclisti e tra questi uno verrà indicato come capitano.

I componenti di ogni squadra potranno scegliere di percorrere solo parte delle tappe e farsi sostituire da altri atleti della squadra, ma solo a termine di ciascuna gara. Solo il capitano ha l’onore di percorrere tutte le 18 tappe.

Tutti i team dovranno rispettare le medie di arrivo previste dal regolamento. Ciascun corridore sarà fornito di un sistema GPS che ne monitorerà tempi e velocità.

Dovranno poi affrontare delle prove speciali quali: mantenere una media prestabilita in un tratto con alternanza di pendenze; andare alla velocità massima in un pezzo del tracciato prestabilito; compiere la volata finale all’arrivo. Ognuna di queste prove assegna dei bonus oppure delle penalità che influiranno sulla media generale di ogni singolo team.

Sponsor della competizione è Enel X accanto a Toyota che fornirà l’auto di gara ufficiale: naturalmente un macchina ibrida. Per l’alimentazione invece Official Nutrition Sponsor sarà NamedSport.

Il Giro E 2019, di cui lo scorso anno vi è stata la prima edizione, è organizzato da Rcs Sport. L’obiettivo degli organizzatori è di dare al più alto numero possibile di amatori la possibilità di vivere le emozioni del Giro d’Italia.

Quest’anno infatti è prevista la partecipazione di ben dodici squadre che prenderanno il via il 12 maggio 2019 da Bisenzio in contemporanea alla seconda tappa del Giro d’Italia.

Sarà un test interessante anche per i produttori di mezzi elettrici, sempre più in primo piano come sistemi di trasporto del futuro a emissioni zero. A riguardo, ecco una selezione di 10 bici da corsa elettriche 2019.

Gli amatori in sella alle e-bike Pinarello sulle strade del Giro E 2018

Emozioni ed entusiasmo percorrendo le stesse tappe del Giro d’Italia.

Le maglie del Giro E

Quattro sono le maglie in palio al termine di ogni tappa. Ci sarà la maglia di leader di Classifica Generale di colore viola (somma dei punti delle classifiche), poi la maglia arancione di Classifica Prova Regolarità, quella verde per la squadra Più Fair in Classifica Generale e infine la maglia rossa per Classifica Sprint. Tutte sono rigorosamente prodotte dallo storico marchio Castelli così come quelle del Giro dei professionisti.

Le maglie del Giro E 2019

Le squadre del Giro E

I team iscritti per ora sono dieci, c’è posto per altri due e sono: Enel X, Pinarello, Colnago, Toyota, Enit, Vini Fantini-De Rosa, Segafredo-Castelli, Bike for a dream, Kilokal-Selle Smp e Milano Cortina 2026.

L’ultimo in elenco, come si evince dal nome, vuole promuovere la candidatura ai Giochi olimpici del 2026 e sarà una squadra formata da tutti ex campioni olimpionici.

Il team Kilokal-Selle Smp è quello che ospiterà le donne, mentre il team Enit sarà composto dai giornalisti stranieri. Questa squadra nasce con l’intento di promuovere la bellezza turistica del nostro Paese all’estero.

Infine la squadra <strong”>Bike For Dream” è quella che accoglierà qualsiasi amatore sia interessato a partecipare. Fatevi avanti, sarà un’occasione unica per pedalare e seguire l’emozionante carovana del Giro d’Italia.

Iscrizione al Giro E

Per partecipare al Giro E occorre iscriversi nel team Bike For Dream sul sito www.bikefordream.com.

Potrete scegliere in base alle vostre capacità quale tappa fare e questo varia il costo di iscrizione. Tre le possibilità:
Bassa difficoltà, 6 tappe al prezzo di 350 euro a tappa IVA compresa
• Media difficoltà, 7 tappe al prezzo di 650 euro a tappa IVA compresa
• Alta difficoltà, 5 tappe al prezzo di 950 euro a tappa IVA compresa

La quota comprende l’affitto dell’e-bike top di gamma, settata per ogni concorrente con batterie di riserva, abbigliamento tecnico, cena di benvenuto, briefing tappa, assistenza tecnica prima e durante la gara, VIP hospitality a fine tappa con doccia e catering, cerimonia di premiazione e intervista gara, assistenza arrivo e partenza con transfer, inoltre tante altre emozioni con tutte le squadre e i Campioni presenti al Giro d’Italia 2019.

Le iscrizioni sono aperte fino al 30 aprile fino ad esaurimento posti.

Le tappe del Giro E 2019

Queste le tappe previste per i ciclisti elettrici in gara:

12 maggio, 1° tappa
Da Unione comuni Val di Bisenzio (loc. Usella) a Fucecchio. 129 km

13 maggio, 2° tappa
Da San Giminiano a Orbetello. 162 km

14 maggio, 3° tappa
Da Vetralla (ancora da confermare) a Frascati. 108 km

15 maggio, 4° tappa
Da Frascati a Terracina. 113 km

16 maggio, 5° tappa
Da Campobasso a San Giovanni Rotondo. 144 km

17 maggio, 6° tappa
Da Chieti (ancora da confermare) a L’Aquila. 99 km

18 maggio, 7° tappa
Da Senigallia (ancora da confermare) a Pesaro. 112 km

21 maggio 8° tappa
Da Lugo a Modena. 120 km

22 maggio 9° tappa
Da Parma a Novi Ligure. 167 km

23 maggio 10° tappa
Da Saluzzo a Pinerolo. 112 km

24 maggio 11° tappa
Da Avigliana a Ceresole Reale (lago Serrù). 161 km

25 maggio, 12° tappa
Da Aosta a Courmayeur. 97 km

26 maggio, 13° tappa
Da Cantù a Como. 104 km

28 maggio, 14° tappa
Da Aprica a Ponte di Legno. 147 km

29 maggio, 15° tappa
Da Bolzano (da confermare) a Anterselva. 114 km

30 maggio, 16° tappa
Da Valle di Cadore a Santa Maria di Sala. 149 km

31 maggio, 17° tappa
Da Valdobbiadene a San Martino di Castrozza. 110 km

1 giugno, 18° tappa
Da Pedrazzo a Croce d’Aune. 82 km

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito ufficiale del Giro E 2019.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Da piccolina chiese a Gesù bambino una bici da cross tutta d’oro e ne arrivò una bellissima color senape con cui fare salti e conquistare i sentieri del Parco di Monza. Più grande prendeva in prestito la Crippa dello zio, una delle prime super leggere in alluminio, per conquistare il Ghisallo. Oggi è giornalista, grafico editoriale e continua a scorazzare per le strade e i sentieri della Brianza e a raccontare la sua passione per le due ruote. Il suo motto: Le gambe girano!