Share with your friends










Inviare

La Race Events ha annunciato importanti novità per il circuito e-Enduro World Race (e-EWR): l’evento cambia nome in e-Enduro International Series (e-EIS) ed è ora in accordo diretto con l’Unione Ciclistica Internazionale (UCI).

A volere fortemente questo nuovo circuito è stato Franco Monchiero, inventore anni fa del circuito enduro mountain bike “muscolare”, che insieme a Cristian Trippa e Davide Bonandrini fanno parte della Race Events.

Race Events, dopo essere stata la prima a organizzare un circuito enduro dedicato alle e-mtb nel 2016, l’ormai noto e-Enduro, ha deciso di far nascere il primo circuito internazionale per ebike da enduro, l’e-Enduro International Series appunto, inserendo negli eventi in calendario una tappa internazionale UCI in Spagna, una tappa nazionale in Francia, un evento spettacolo in Italia e una tappa internazionale UCI in Italia.

Foto di Franco Monchiero insieme a rider durante lo skill events

Franco Monchiero di Race Events, già ideatore del circuito nazionale per le eMTB, ha creato il circuito internazionale e-EIS.

e-EIS: le tappe 2019

Sono quattro le tappe previste per il circuito e-EIS, di cui una sarà un evento spettacolo che si svolgerà in Italia a Rimini durante l’Italian Bike Festival 2019.

Queste le date:

  • 13 e 14 aprile 2019: Quentar – Güejar Sierra (Granada), Spagna – Stage 1
  • 27 e 28 luglio 2019: Valberg, Francia – Stage 2
  • 14 e 15 settembre 2019: Rimini, Italia – Italian Bike Festival
  • 5 e 6 ottobre 2019: Rimini, Italia – Finale

Le 4 tappe del circuito e-EIS 2019

e-Enduro International Series: tutti in Spagna

Per il momento si hanno i dettagli della sola tappa spagnola che si svilupperà su due giornate intense che metteranno alla prova le e-bike dei concorrenti.

13 aprile 2019

Si parte dalla cittadina di Quéntar e dopo 8 km di asfalto si arriverà al via delle quattro prove speciali, che si sviluppano su 35 chilometri di lunghezza e circa 1500 metri di dislivello.

L’ambiente dell’area di Granada, che sfiora i 2000 metri di altitudine, è molto particolare: un mix di vegetazione bassa e pochi alberi dove domina la roccia, regalando un panorama mozzafiato.

rider in salita nell'area di granada

L’area di Granada ha un ambiente molto particolare e suggestivo, con la roccia che domina il fondo delle prove speciali.

Al via Granada il 14 aprile 2019: dettagli delle prove speciali

Le quattro prove speciali prenderanno il via dal versante opposto e con un ambientazione totalmente diversa, qui la vegetazione è più fitta e grazie all’esposizione a sud sarà possibile ammirare le cime più alte della Sierra Nevada.

L’elemento dominante sarà comunque la roccia, presente soprattutto lungo la salita da Güejar che sarà interrotta dalla prima prova speciale prevista per la giornata.

La seconda prova speciale è molto corta e caratterizzata da ripidi tornanti che terminano nella zona ristoro, con annessa area di ricarica.

La terza prova si svolgerà su un percorso in parte in salita, per mettere alla prova le abilità tecniche in salita dei partecipanti e l’efficienza delle mountain bike a pedalata assistita.

Concluderà la giornata la quarta prova speciale, una classica del posto, molto lunga e con diverse sezioni tecniche che termineranno nei pressi dell’arrivo a Güejar Sierra.

Le iscrizioni alla prima tappa sono già aperte al costo di 75 euro, se siete interessati troverete qui il link per la registrazione.

Per ulteriori informazioni sulla e-Enduro International Series vi invitiamo a visitare il sito web del circuito e il portale UCI dedicato alle gare mtb, elettriche e non.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Esperto di informatica e tecnologia, con una grande passione per la mountain bike e tutto il mondo che la circonda, ha iniziato la sua esperienza editoriale con BiciNatura come autore e fotografo. Molto attivo sui social e sempre alla ricerca di novità e nuovi prodotti, entra a far parte anche della redazione di BiciLive per collaborare nel settore a lui più caro, la Mountain Bike!