Share with your friends










Inviare

Uno studio recentemente commissionato da Shimano ha dimostrato un dato già intuibile, ma che a dir la verità pensavamo fosse più ridotto: l’impiego dell’ebike è in grado di ridurre la sudorazione fino al 300% rispetto all’uso delle biciclette tradizionali.

Quando discutiamo del vasto insieme di aspetti positivi delle ebike, la sudorazione ridotta o completamente assente viene al massimo menzionata in secondo piano quando è, al contrario, un aspetto molto importante.

Per tutti i rider urbani che impiegano la due ruote per il commuting e pendolarismo non c’è nulla di più fastidioso che arrivare in ufficio o sul posto di lavoro con sgradevoli e antiestetiche chiazze di sudore sugli abiti.

E ciò non avviene soltanto d’estate, ovviamente: nelle stagioni più fredde bisogna comunque coprirsi a dovere e pedalare vestiti in modo pesante porta nuovamente a sudare.
Si tratta di un fastidio così grande che molte persone rinunciano all’impiego della bicicletta.

Schermo Shimano durante i test

Shimano non si è accontentata della nozione intuitiva di una sudorazione ridotta e ha voluto sapere esattamente quanto si suda in meno, accanto ad altri parametri fisici. Il brand nipponico ha quindi commissionato uno studio, condotto in una struttura solitamente impiegata dal Circus della Formula Uno.

Senza addentrarci in eccessivi tecnicismi, andiamo a dare un’occhiata a metodi e risultati.

I risultati del test Shimano sulla sudorazione in ebike

Sei i partecipanti al test che hanno pedalato per 30 minuti prima su una ebike dotata di Shimano STEPS E6100 e quindi su una bicicletta tradizionale, il tutto a una temperatura fissa di ventotto gradi.

Presumiamo che l’assistenza utilizzata sulle ebike sia la più potente, di modo da minimizzare lo sforzo e di conseguenza l’affaticamento. Anche se il numero di tester non è elevato, la conclusione porta comunque a varie riflessioni.

Al termine della batteria di test, i risultati sono stati:
- Sudorazione ridotta di 3,1 volte sull’ebike rispetto alla bici classica;
- Frequenza cardiaca con una media di 63 battiti in meno per chi utilizza la pedelec;
- Quasi un grado (0,9 per la precisione) di aumento di temperatura corporea in più negli utilizzatori della due ruote tradizionale.

Shimano test sudorazione

Il sistema impiegato nei test comparativi sulla sudorazione è lo Shimano STEPS 6100.

Vi è stato infine un riscontro “visivo” e non misurabile con accuratezza, ma al termine dei test chi ha impiegato l’ebike non presentava macchie di sudore sull’abbigliamento e aveva un basso stress fisiologico, mentre gli abiti dei rider su biciclette tradizionali erano letteralmente zuppi di sudore.

Non sottovalutiamo quindi questo aspetto, che insieme a tanti altri contribuisce all’affermazione della bicicletta elettrica a pedalata assistita quale mezzo ideale per gli spostamenti nel traffico cittadino.

Chiudiamo riportandovi le affermazioni del committente e di chi ha compiuto le analisi, parole che rafforzano e confermano le nostre impressioni.

Secondo Marco Cittadini di Shimano: “Questo studio mostra quanto siano perfette le e-bike nelle nostre città. Usando le biciclette con il nostro sistema Shimano STEPS E6100 gli utenti possono rimanere freschi, calmi e senza sudore, oltre a raggiungere le loro destinazioni più velocemente e più freschi rispetto a molte altre forme di trasporto.”

Jack Wilson, lo scienziato a capo di Sports Science Agency, ribadisce che: “I risultati principali di questo studio dimostrano che usando una ebike al posto di una bicicletta normale i pendolari possono completare la loro corsa al lavoro senza preoccupazioni circa il sudore e lo sforzo fisiologico. È giusto ipotizzare che i benefici dell’esercizio restino e che le ebike possano essere un’ottima soluzione per quanti sentono di non essere sufficientemente in forma per tentare di andare al lavoro in bicicletta.”

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Ciclista urbano per passione e necessità, Alessio lavora da sempre su computer e internet, oggi principalmente come consulente e formatore di web marketing. Si è unito al team di bicilive.it per poter scrivere di alcuni dei suoi argomenti preferiti - le biciclette e il verde - e conoscere tanti esperti ciclisti coi quali condividere consigli e buone abitudini, magari pedalando insieme.