Share with your friends










Inviare

L’Unione Europea, dietro la spinta principale di alcuni organi tedeschi e in collaborazione con la BATSO, ha recentemente pubblicato l’EN 50604-1, un documento di 44 pagine che descrive i requisiti generali di sicurezza e i metodi di test per le batterie per bici elettriche a pedalata assistita.

Si tratta di un’ottima notizia perché da un lato fissa regole comuni ai vari Paesi europei, generando un livello più alto di sicurezza e qualità nelle batterie per eBike, e dall’altro sancisce quel che i dati di vendita già ci stanno dicendo da un po’ di tempo.

Il mercato delle biciclette elettriche è in continua crescita e agisce da traino per tutto il settore delle due ruote: è naturale che a una continua e sempre maggiore diffusione delle pedelec corrisponda un’esigenza di regole e leggi che portino standardizzazione del mercato e sicurezza dei prodotti.

L’EN 50604-1 è stato fortemente voluto da organizzazioni quali la ZVEI (in sostanza l’Associazione tedesca per i produttori di componenti elettrico-elettroniche) e la ZIV (l’Associazione tedesca dei produttori di due ruote), ed è stato quindi elaborato in collaborazione con la BATSO, l’Organizzazione per la sicurezza delle batterie.

In seguito al boom di vendite delle ebike (in Germania circolano circa due milioni e mezzo di pedelec e LEV, veicoli elettrici leggeri), l’esigenza di un insieme di leggi a tutela di produttori e consumatori è diventata sempre più pressante e questo documento riempie un vuoto legislativo, oltre a fornire una guida tecnica ben precisa.

Un blocco di batterie al litio ricaricabili per biciclette elettriche

Fra i principi più importanti fissati dal documento vi è la spinta a una maggiore standardizzazione delle batterie per bici elettriche, con un innalzamento qualitativo che garantisca migliore protezione contro sovraccarichi, eccessive perdite di carica, vibrazioni o temperature troppo alte.

In più EN 50604-1 stabilisce con chiarezza che il caricabatteria può e deve essere impiegato esclusivamente per il tipo di batteria corrispondente per cui è stato concepito, determinando che le due componenti devono essere in grado di identificarsi e corrispondere senza ambiguità.

L’50604-1 rappresenta a tutti gli effetti il nuovo benchmark per i requisiti di sicurezza e i metodi per testare le batterie delle e-bike: ha un costo di 73,40 euro e può essere acquistato nei centri EN di ogni Paese membro dell’Unione Europea.

A proposito dell'autore

Grande appassionato di natura, cinema e scrittura, collabora da anni con siti di musica, cinema, spettacolo e informazione occupandosi di varie tematiche. Milano gli ha fatto scoprire il mondo della bicicletta e da allora il suo amore per le due ruote continua a crescere inarrestabile.