Share with your friends










Inviare

Arriva dall’esperienza tedesca la Nicolai EBOXX E14, una mountain bike elettrica di nuova generazione che presenta alcune caratteristiche che potrebbero, anzi, a nostro modo di vedere dovrebbero influenzare altri produttori negli anni a venire per settare nuovi standard.

I due elementi di maggior spicco e interesse, ma non certo i soli di grande qualità, riguardano trasmissione e cambio che sono rispettivamente affidati a una cinghia Gates in carbonio al posto della tradizionale catena e a un mozzo Rohloff E-14 invece del classico deragliatore.

Fino a questo punto è stato ben raro e diffficile notare delle mountain bike elettriche adottare queste soluzioni tecnologiche e ci auguriamo che l’esempio di Nicolai crei un precedente importante.

emtb full EBOXX E-14

“Longer, lower, slacker”: Nicolai EBOXX E-14 rispetta le buzzword dell’enduro.

Nicolai EBOXX E14: l’esperienza tedesca guarda al futuro

Nicolai produce mountain bike da ormai più di vent’anni e anche per quanto riguarda gli allestimenti elettrici ha una esperienza duratura e comprovata, visto che il brand tedesco sforna e-MTB da una decina d’anni.

Con la EBOXX E14 i designer hanno però deciso di compiere un ulteriore balzo in avanti, partendo come di consueto dal telaio, prodotto internamente con alluminio aeronautico 7020 T6 fresato a CNC.

Ne deriva uno “scheletro” in grado di reggere fino a 150 chilogrammi di carico, ben di più dei consueti 120 di larga parte delle mountain bike in circolazione.

La geometria presenta un angolo sterzo di 63,5 gradi, quindi molto più aperto del solito, mentre l’angolo sella è maggiormente verticale e arriva a 77 gradi, rispondendo ai moderni dettami enduro che vogliono geometrie più lunghe, basse e aperte.

Sono disponibili le taglie S, M, L, XL e XXL, con colori personalizzabili.

Cinghia Gates in carbonio

Silenziosa, a bassa manutenzione e fluida: la cinghia in carbonio sarà il futuro delle e-MTB?

Come forcella è stata scelta una Fox 36 Float Kashima e 160 millimetri di travel. L’ammortizzatore è sempre Fox, un Float X2 Comp incaricato di gestire i 160 millimetri di escursione posteriore.

Queste specifiche e gli altri componenti che andremo a vedere comportano un prezzo al pubblico piuttosto alto, pari a 8.999 euro, pienamente giustificati dalla qualità e dall’artigianalità del lavoro, per i quali occorre anche tenere conto di una garanzia di cinque anni, che è prolungata a dieci per quanto riguarda i pezzi di ricambio.

Per frenare questo bolide enduro, Nicolai ha optato per dei Magura MT7 con dischi da 203/203 millimetri, mentre le ruote sono Hope Tech 35 W 27,5″ Plus con gomme Continental Der Baron Projekt ProTection Apex 27.5×2,6″.

Per quel che concerne la spinta elettrica Nicolai continua ad affidarsi come da tradizione a un’altra eccellenza tedesca e utilizza quindi una combinazione di motore Bosch CX con batteria da 500 Wh integrata sul tubo obliquo e computer Kiox, fissato tramite supporto magnetico. La particolarità in questo caso è la presenza di un software dedicato alle mtb e ottimizzato per EBOXX E14.

Sospensioni Fox per EBOXX E-14

I 160 millimetri di escursione anteriore e posteriore sono affidati alla qualità dei prodotti Fox.

Nicolai EBOXX E14: bassa manutenzione, lunga vita

Torniamo ora alle due principali novità di questa mountain bike per molti versi estrema, che agirà auspicabilmente da apripista per futuri modelli simili: la trasmissione e il cambio.

Il cambio, come detto, è integrato nel mozzo Rolhoff E-14, viene azionato elettro-meccanicamente, gestisce 14 rapporti con velocità di cambiata pari a 180 millisecondi e range di rapporti molto alto, pari al 526%.

Ne consegue una consistente riduzione di usure e danneggiamenti, visto che non vi è più un cambio in posizione esposta, mentre anche la cinghia Gates in carbonio azzera la manutenzione, ha un movimento più fluido ed è in generale più silenziosa, anche se è da verificare il comportamento in caso di molto fango.

Minore manutenzione, quindi, ma anche molto meno sporco e sparisce il problema della consunzione degli ingranaggi del deragliatore, che nelle e-bike è solitamente alta.

Kalle Nicolai non nasconde tutta la sua soddisfazione per un nuovo modello che segna un’ulteriore svolta e progresso per il brand teutonico: “Nicolai seleziona solo componenti di altissima qualità per la bicicletta completa. Esattamente quelli che abbiamo testato e che continuano a usare noi stessi. Inoltre, continuiamo con la nostra geometria cosiddetta Geolution per maggiore sicurezza, trazione e velocità, in tutte le situazioni di guida. Tutto sommato, la bici ha prestazioni di guida impareggiabili e ineguagliabili”.

Per maggiori informazioni sul futuro dell’enduro elettrico e su tutti gli altri modelli e allestimenti del marchio tedesco, così come per eventuali acquisti online, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale Nicolai.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Grande appassionato di natura, cinema e scrittura, collabora da anni con siti di musica, cinema, spettacolo e informazione occupandosi di varie tematiche. Milano gli ha fatto scoprire il mondo della bicicletta e da allora il suo amore per le due ruote continua a crescere inarrestabile.