Share with your friends










Inviare

Sitael Spa, l’azienda alle spalle del marchio di bici elettriche Nexum, continua ad accumulare importanti riconoscimenti. Dopo il premio Speciale Tech al Bike4Trade Industry Awards 2017, assegnato nel corso di CosmoBike Show, si accaparra con il MAT – la sua docking station magnetica – il premio Honoree al CES 2018 Innovation Awards, nella categoria Vehicle Intelligence and Self-Driving Technology.

Trattasi di un trofeo di assoluta importanza, assegnato da una giuria di rilievo composta da esperti del settore, e promosso dalla Consumer Technology Association che attua dal 1976 una attenta opera di ricognizione sui prodotti e servizi tecnologici all’avanguardia.

Il riconoscimento sarà assegnato nel corso del CES 2018, che si terrà a Las Vegas dal 9 al 12 gennaio 2018 e che è l’expo principale a livello mondiale per le tecnologie consumer.

MAT docking station

La docking station MAT nella sua confezione completa: è un accessorio adattabile a molti modelli di ebike.

Grande la soddisfazione da parte degli sviluppatori, con Matteo Pertosa, responsabile della divisione Industrial & IoT, che afferma: “È un importante risultato per tutto il team di sviluppo: la visione di SITAEL di fornire una tecnologia unica e innovativa raggiunge la sua massima espressione con il MAT che protegge e coinvolge gli utenti definendo un nuovo livello di ciclismo in un solo gesto”.

Dopo questa affermazione, Sitael comincerà a organizzarsi per il lancio sul mercato del MAT, che vedremo all’opera a partire da marzo 2018.

Resta quindi ancora poco tempo d’attesa per poi poter finalmente sperimentare questo prodotto avveniristico: ma cos’è, esattamente, il MAT?

MAT installato Nexum

Una volta installato, il MAT dona al manubrio della vostra ebike un look futuristico esteticamente piacevole.

MAT è l’acronimo per Magnetic Assisted Tap, una docking station magnetica per smartphone che garantisce alla pedelec completa connettività in modalità wireless. Basterà quindi appoggiare il vostro cellulare sulla superficie del MAT e accadranno molte cose, così come avrete accesso a diverse funzioni.

Prima di tutto l’azione “attiverà” la due ruote elettrica, sbloccando il Lock, il sistema di sicurezza presente sulla ruota posteriore e disabilitando l’antifurto satellitare, per collegarsi quindi alla piattaforma cloud ESB, il sistema di connettività che caratterizza tutte le ebike Nexum, il brand di Sitael.

Il MAT quindi è prima di tutto un efficace metodo per combattere i ladri di biciclette: l’ebike diventa difficile da rubare e, nel caso il furto avvenga comunque, sarà possibile recuperarla attraverso GPS/GPRS.

Una volta collocato sulla piattaforma, il vostro smartphone diventerà il cuore pulsante e il cervello pensante della vostra bicicletta elettrica.

Potrete controllarlo sia attraverso touch screen che grazie a un controller posizionato sul manubrio e avrete accesso a dati riguardanti il vostro mezzo e i viaggi, e al controllo si aggiungerà anche la sicurezza. La combinazione di MAT e smartphone è infatti in grado di riconoscere incidenti e cadute e, di conseguenza, attivarsi per inviare messaggi con richieste di soccorso ad alcuni numeri preselezionati.

Smartika con MAT

La prima ebike a montare il MAT sarà la pieghevole di casa Nexum, Smartika, disponibile a marzo 2018.

E le possibilità di MAT non si esauriscono qui: potrete facilmente condividere la vostra ebike con amici e conoscenti, fornendo l’accesso ai loro smartphone, così come vi basterà togliere il vostro device per attivare l’antifurto e bloccare la ruota con un singolo, semplice movimento.

Il MAT è anche un accessorio estremamente resistente: oltre a essere impermeabile (ha classe di protezione IP65) è stato testato in un range di temperature che passa dai -20 ai +85 gradi. Ha inoltre superato con successo test vibrazionali con shock verticali che hanno raggiunto i 70 g di forza (accelerazione gravitazionale), fatto che lo rende adatto anche a chi pensa a un impiego gravel o mtb.

Il MAT diventa quindi una soluzione privilegiata per qualsiasi produttore che intenda trasformare le sue ebike in veicoli smart, così come rappresenta una risorsa incredibilmente utile per i servizi di rental e bike sharing.

Il lancio sul mercato internazionale, come detto, è previsto per marzo 2018, attraverso una campagna di crowdfunding su Indiegogo.

Allo stesso tempo sarà presentata al pubblico la prima ebike della gamma Nexum integrata con il MAT: si tratterà della Smartika, una bicicletta elettrica pieghevole che si contraddistingue per freni a disco in lega, ruote da 20″, motore da 250W, cambio Shimano Altus a 7 velocità e forcella ammortizzata.

Per maggiori informazioni su questa futuristica docking station magnetica vi invitiamo a visitare la pagina dedicata a MAT sul sito ufficiale ESB Connected e-Bike.

A proposito dell'autore

Grande appassionato di natura, cinema e scrittura, collabora da anni con siti di musica, cinema, spettacolo e informazione occupandosi di varie tematiche. Milano gli ha fatto scoprire il mondo della bicicletta e da allora il suo amore per le due ruote continua a crescere inarrestabile.