Share with your friends










Inviare

Oggi sulle pagine di ebike.bicilive.it vi presentiamo la Geero, una bici elettrica raffinata e leggera nata per mano di due fratelli in una fattoria della Stiria, nel sud-est dell’Austria.

L’obiettivo dei suoi creatori è quello di offrire agli appassionati una bicicletta a pedalata assistita agile e pulita nelle forme: il motore e la batteria sono talmente integrati e nascosti che la Geero non sembra assolutamente essere una eBike.

Una bicicletta a pedalata assistita Geero nella colorazione bianco crema

Una bicicletta a pedalata assistita Geero nella colorazione bianco crema.

Il comando al manubrio è digitale ma senza display, visualizza con led 5 livelli di carica della batteria e prevede 3 livelli di assistenza: Eco, Sport e Turbo. La gestione della spinta si basa su un sensore di cadenza e uno di velocità.

La Geero è in alluminio ma pesa soltanto 15,6 kg grazie a una progettazione accurata del telaio, che è stato testato fino a 100 kg di carico e viene garantito 5 anni.

La componentistica richiama quella delle biciclette a scatto fisso, la trasmissione è una Shimano Sora a 9 velocità. Le rifiniture in pelle di manopole e sella le donano un look decisamente classico e vintage.

La sella e le manpole della bicicletta Geero sono in pelle

Manopole e sella della bici elettrica Geero sono realizzate in pelle.

Il motore brushless nel mozzo posteriore è un austriaco BOS (Bikee Open Speed) limitato a 250 Watt, modificato appositamente per la Geero, è in grado di assistere agevolmente la pedalata fino ai 25 km/h. Molto compatto, silenzioso e leggero grazie alla riduzione interna e alla ruota libera che annulla l’attrito magnetico ad assistenza spenta.

In caso di foratura è possibile rimuovere la ruota posteriore con una chiave inglese svitando i bulloni e scollegando preventivamente il connettore nascosto che alimenta il motore elettrico.

Il connettore di alimentazione del motore della ebike Geero

Il connettore invisibile da scollegare prima di estrarre la ruota posteriore.

La batteria è invisibile perché inserita direttamente all’interno del piantone (il tubo del telaio verticale dove si inserisce il reggi sella). Lavora a 36 volt e contiene 420 Wh di energia che permette alla Geero di avere un’autonomia fra 85 e 125 km. La ricarica completa avviene al massimo entro 3 ore grazie al caricatore rapido fornito in dotazione e alle celle ad alte prestazioni Panasonic. Non è previsto un sistema di rimozione rapida per cui non è possibile estrarla dal telaio facilmente.

Per sostituire la batteria possiamo smontare la scatola del movimento centrale seguendo attentamente le istruzioni fornite nel manuale oppure possiamo spedire la bici in Austria da Michael e Thomas Racht. I due fratelli hanno lavorato molto per minimizzare il surriscaldamento sia del motore che dell’elettronica per estendere al massimo l’autonomia senza sacrificare le prestazioni.

La batteria in dotazione alla bici elettrica Geero

La batteria invisibile della Geero, leggera e generosa nell’autonomia.

La Geero è attualmente disponibile in due colorazioni, bianco panna e grigio antracite.

Può essere acquistata nella sezione shop del sito ufficiale al prezzo di 2.399 euro, incluse spese di spedizione per l’Italia: se abitate a Roma la consegna è addirttura garantita in sole 24 ore con corriere Bartolini.

Una bici elettrica a pedalata assistita Geero nella colorazione grigio antracite.

La bici Geero nella versione color grigio antracite.

Per ulteriori informazioni e curiosità su questa bicicletta vi rimandiamo al sito ufficiale in lingua italiana www.geero.it.

A proposito dell'autore

Autodidatta con la passione per le biciclette e veicoli elettrici in generale. Ha avuto il privilegio di lavorare per un lungo periodo presso Bike World Extreme di Natalini Vanes a Castel Maggiore. Autore del manualetto "Due Ruote e un Elettrone" pubblicato dalla casa editrice "La Linea" di Bologna.