Centurion è un brand tedesco di mountain bike sicuramente tra i meno noti ma è senz’altro uno di quelli che nasconde una grande passione.

Wolfgang Renner (Mountain Bike Hall of Fame) ha fondato il marchio nel 1976 e sui suoi mezzi ha compiuto imprese incredibili: dall’arrivo in bicicletta in Tibet sul finire deli anni ’80 fino al primo valico delle Alpi in mountain bike pochi anni più tardi. È un brand fatto da chi ama la MTB per chi ama la MTB.

Parliamo oggi però di una bici elettrica a pedalata assistita che, pur mantenendo una certa vocazione off-road, si va a posizionare sul segmento trekking: la Centurion Backfire Fit E R811i DualBatt EQ, una e-bike da 4.499 euro.

Una ebike da trekking Centurion Backfire Fit E R811i DualBatt EQ 2021 in colorazione nera

Una ebike da trekking Centurion Backfire Fit E R811i DualBatt EQ 2021 in colorazione nera.

E-Trekking Centurion Backfire Fit E R811i DualBatt EQ: panoramica

La prima cosa di cui parlare di questa ebike è il suo target di riferimento. Come già detto è una bicicletta da trekking che a detta del produttore risulta maneggevole e con una posizione di guida comoda, ma le sue caratteristiche distintive rispetto alla concorrenza sono la capienza delle batterie (1125 Wh totali) e la portata (fino a 150 kg).

Partiamo dalla portata: un valore del genere lascia immediatamente intuire che è stata pensata per rider pesanti o per chi, facendo magari cicloturismo, ha bisogno di caricare molto peso sul mezzo. Le competitor si assestano in genere sui 120-130 kg.

Anche la capacità del sistema di batterie è un indicatore importante: con un doppio pack da 625+500 Wh, la Backfire è ben attrezzata per garantire al motore l’energia extra di cui ha bisogno per spingere tutto il carico, anche su tragitti molto lunghi tipici del cicloturismo.

Il motore centrale e la trasmissione della Centurion Backfire Fit E R811i DualBatt EQ 2021

Comparto tecnico

Capito a chi si rivolge questa Centurion, vediamo come è equipaggiata. Partiamo dal motore, il ben noto Bosch Performance CX, capace di spingere senza patemi tutto quel peso in ogni condizione.

La forcella è una Suntour ad aria da 100 mm, adatta alla destinazione d’uso anche perché regolabile in base al peso e alle esigenze. Venendo alla trasmissione, abbiamo un sistema SRAM SX Eagle 11-50 con monocorona all’anteriore. Chiudono la panoramica i cerchi da 29” con coperture Schwalbe Smart Sam da 2,25″.

Tutta questa dotazione è più che adeguata alla bicicletta e non solo non dà nessun tipo di problema, ma è parte di un pacchetto che in generale funziona bene, soprattutto in relazione al prezzo.

Il motore Bosch equipaggiato sulla Centurion Backfire Fit E R811i DualBatt EQ 2021

Il motore Bosch equipaggiato sulla Centurion Backfire Fit E R811i DualBatt EQ 2021 “esploso”.

Ciò non significa che la bici sia priva di elementi migliorabili, e mi riferisco a all’impianto frenante Shimano DEORE M6000 abbinato a dischi da 180 mm sia all’anteriore che al posteriore. È un buon sistema, il problema non è nel suo funzionamento ma nel fatto che è un po’ sottodimensionato rispetto alle masse in movimento della bici, soprattutto su discese pronunciate o a pieno carico. Serviva qualcosa di più aggressivo, o magari dei dischi ulteriormente maggiorati.

Il secondo peccatuccio lo abbiamo al retrotreno. È vero che una bici da trekking non è pensata per l’off-road estremo, ma il comfort di marcia è importante in questo segmento. Tra il telaio rigido al posteriore, la sella priva di reggisella ammortizzato e le gomme dalla sezione non esagerata, quando si porta la Backfire su terreni sconnessi il pilota non è molto protetto dalle asperità del terreno.

Il nostro consiglio è di provare a sostituire il reggisella con un modello ammortizzato e mitigherete il problema con pochissima spesa. Resta un peccato, soprattutto considerato l’ottimo lavoro fatto con la posizione di guida, molto verticale e con poco carico sulle braccia, ottimale per chi ha bisogno di una bici così.

Altri difetti a cui però si può tranquillamente passare sopra sono il portapacchi posteriore con solo due punti di aggancio al telaio (seppure solidi) e alcuni cavi non integrati in maniera ottimale nel telaio: nello specifico il cavo del pacco batterie esterno e quello del display.

Una e-bike da trekking Centurion Backfire Fit E R811i DualBatt EQ 2021 in colorazione rossa

Una e-bike da trekking Centurion Backfire Fit E R811i DualBatt EQ 2021 in colorazione rossa.

E-bike Centurion Backfire Fit E R811i DualBatt EQ: conclusioni

Nonostante i punti di miglioramento elencati, la bici è un buon mezzo, soprattutto in relazione al prezzo, ed è uno dei pochissimi modelli che si rivolgono specificamente al target dei cicloturisti a lunga percorrenza e dai carichi extra large.

Con un paio di modifiche minori (una sella ammortizzata e dei dischi da 200 mm, almeno all’anteriore) si vanno a mitigare moltissimo e con poca spesa i punti negativi più rilevanti. In questo modo ci si ritrova in mano una bici solida e all’apparenza comoda con cui affrontare viaggi e divertimento senza rinunciare letteralmente a nulla.

Per maggiori informazioni su questa e altre biciclette a pedalata assistita vi rimandiamo al sito internet ufficiale Centurion.

Share on Pinterest

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Consulente aziendale, da sempre appassionato di tecnologia, scrittura e comunicazione. Scopre la MTB come pratica sportiva solo nel 2017 grazie alle lunghe ciclabili delle valli bergamasche, ed è amore a ogni pedalata, che sia muscolare o assistita. Da lì a usare la bicicletta per andare ovunque, il passo è stato breve.