Share with your friends










Inviare

Nello stand presente ad EICMA 2018 i ragazzi di Alpek esponevano delle mountain bike a pedalata assistita che catturavano lo sguardo, sia per le colorazioni vistose ma soprattutto per un design di telaio originale.

Stiamo assistendo ad una “corsa alla ebike” e la fiera milanese ci dà il polso della situazione. Diverse aziende, per non restare indietro, acquistano i telai prodotti in Cina o Taiwan e semplicemente rimarchiano la bici con i propri loghi.

Questo porta a trovare mountain bike elettriche perfettamente uguali ma di aziende diverse. Di certo è un fenomeno che si è già visto con le mtb, ma a nostro avviso nel boom dell’elettrico di questi tempi è una vera epidemia.

Fortunatamente non è il caso di questo brand che vi proponiamo, Alpek.

foto della emtb alpek evoke

La Evoke PRO di Alpek, una all mountain elettrica da 140 mm di escursione.

Alpek E-Bikes di Torino

Alpek E-Bikes è un brand giovane che produce le proprie bici elettriche a Bosconero, in provincia di Torino. In gamma troviamo eMTB front, full e urban.

Per il 2019 è stato effettuato un restyling di diversi modelli, tra cui delle interessanti ebike da all mountain chiamate Evoke con l’inusuale scelta del motore centrale cinese Bafang, sempre più presente anche in Europa dove generalmente Bosch, Brose e Shimano la fanno da padroni.

foto del motore centrale Bafang M500 della Alpek Evoke PRO

Il motore centrale Bafang M500 della Alpek Evoke PRO. Notare la protezione del motore.

Alpek Evoke PRO 2019

La eMTB Alpek Evoke PRO 2019 vanta infatti un telaio disegnato e saldato in Italia, partendo sì da tubazioni già esistenti ma giungendo a un prodotto finito originale.

Il motore utilizzato è la drive unit centrale di Bafang M500 da 250 W e 95 Nm di potenza di picco dichiarati. La batteria è integrata ed estraibile da 450 Wh.

L’escursione è di 140 mm su entrambe le ruote che adottano lo standard Boost e delle coperture Schwalbe Nobby Nic plus da 2,8” come ormai vuole il mercato, anche se il formato semi plus da 2,6″ sembra emergere sempre di più, assieme all’adozione di formati ruota diversi nelle eMTB da enduro.

foto della trasmissione della emtb alpek

La trasmissione della Evoke PRO è 1×9 con cambio dedicato a scatto singolo.

La forcella della Evoke è una Manitou Mattock Pro con regolazione sulle alte e basse velocità in compressione, dove di serie solo la taglia S uscirà settata a 140 mm mentre la M e la L avranno un’escursione di 150 mm, tutte modificabili fino a 160 mm  rimuovendo gli spacer interni. Anche qui si nota una cura nel montaggio che poche aziende possono garantire.

L’ammortizzatore è X-Fusion e anche per la trasmissione si va controtendenza con un 9 velocità “one pull” a scatto singolo dedicato per ebike dell’azienda S-Ride.

I freni sono i nuovi Hayes Dominion a quattro pistoncini con dischi 203 mm anteriore e 180 mm posteriore. Il reggisella telescopico è Funn così come manubrio e attacco manubrio.

foto del manubrio della Alpek evoke pro 2019

I freni Hayes Dominion a quattro pistoncini e il comando assistenze Bafang.

Il prezzo della Alpek Evoke PRO 2019, tenuto conto del montaggio e del design Made in Italy, è molto competitivo: 4.550 euro.

Esiste anche la versione inferiore Evoke Comp con cambio a 8 velocità, forcella X-Fusion Sweep RL a 3.990 euro.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito ufficiale Alpek.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Patito delle due ruote fin da bambino, bmx, motocross, le prime mtb. Dal 2007 sui campi di gara enduro e downhill in tutta Italia, dal 2013 è istruttore di mountain bike presso Gravity School. Con BiciLive fin dall'inizio, la bici è il suo pane quotidiano!