Share with your friends










Inviare

Il programma MY 2016 di Shimano prevede una serie di nuovi componenti a dimostrare lo sviluppo ulteriore che la società nipponica intende investire sul mercato delle biciclette elettriche a pedalata assistita.

La dimostrazione sta nei nuovi aggiornamenti del software, nonché nel nuovo impianto frenante SD-C6000 che promette di rivelarsi particolarmente adatto per l’uso su biciclette più pesanti come le e-bike.

Shimano ha tre nuovi e diversi impianti frenanti: tra questi il SD-C6000 è il modello top di gamma, specificamente progettato per fornire potenza frenante sufficiente per un peso totale di 130 kg (bici + rider). Ciò rende questo nuovo freno particolarmente adatto per l’uso su e-bike.



Nuovi sono anche gli aggiornamenti software che possono essere installati nell’attuale sistema STEPS. Esempi sono il Walk Assist e lo Start Mode. Dopo una sosta, Start Mode seleziona automaticamente una marcia inferiore (pre-selezionata).

Nel riding quotidiano scegliere la marcia giusta si rivela difficile, in particolare per il gruppo e-bike target. Tuttavia è in arrivo il cambio marcia automatico con il particolare software Di2 con cui diventerà possibile avere sempre la marcia corretta. STEPS con Di2 sarà chiamato “Symphomatic“.

Il motore STEPS di Shimano

Si tratta della la combinazione di STEPS DU-E6001 e DU-E6010 con i nuovi mozzi compatibili Nexus-8 Di2

Sulla base della cadenza di pedalata e della velocità, il sistema Shimano STEPS dà automaticamente un segnale al mozzo Di2 per innestare la marcia corrispondente.

L’unità di azionamento temporanea, riducendo la tensione della catena durante la pedalata, permette al mozzo di cambiare nella marcia corretta. Ciò si traduce in un’esperienza di guida uniforme in cui il rider non deve preoccuparsi di guidare e innestare la marcia giusta, perché il sistema lo fa automaticamente. Questa funzione è particolarmente utile quando il ciclista di turno non è esperto nell’uso delle marce o improvvisamente ha bisogno di fermarsi.

Shimano ha realizzato componenti e-bike anche per l’offroad, sebbene non per mountain bike estrema

L’azienda ha sviluppato un firmware dedicato all’unità STEPS che offre più caratteristiche di guida sportiva, rinforzato la batteria per un migliore assorbimento degli urti.

STEPS è anche compatibile con i suoi cambi mountain bike posteriori 11 velocità con una corona con copricatena e una catena compatibile per ebike e light eMTB.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Da sempre un grande appassionato di natura e bici e accanito difensore dell’ambiente. Lavora come organizzatore di bike tour con il suo Coast2Coast in tutta l'area del Mediterraneo, inoltre da anni collabora come freelance per alcune delle più importanti riviste di mountain bike italiane.